Serie C – Teramo Virtus Verona, 1-2

Dopo Bergamo c’è il secondo scontro salvezza per il Teramo che ospita al Bonolis la Virtus Verona. Dare continuità al successo contro l’Albinoleffe è la parola d’ordine dei biancorossi che tornano al 3-5-2.

Maurizi sembra orientato a riproporre il 3-5-2 più offensivo rispetto al 3-5-1-1 di Bergamo che comunque ha dato i suoi frutti sul piano del risultato, meno del gioco espresso con il Teramo che ha subìto sin troppo l’avversario. Biancorossi senza il portiere Gomis (stagione finita per lui al pari di Speranza), tra i pali  torna dopo un mese e mezzo Lewandowski. Out anche Armeno e Mantini. In attacco Maurizi opta per il tandem Zecca-Infantino. A centrocampo Spighi e De Grazia vincono il ballottaggio con Persia e Spinozzi.
La Virtus del presidente-allenatore Luigi Fresco occupa l’ultima piazza ma è in netta ripresa: non perde da 4 turni (due successi interni e due pari esterni) ed è ad 1 punto dalla salvezza diretta.
Veneti senza Sibi e Nolé, infortunati e N’Ze squalificato, al suo posto uno tra Rossi e Trainotti. A centrocampo rientra Rubbo dalla squalifica. Dirige Giordano della sezione di Novara.

WEB CRONACA

Fine della partita. Teramo Virtus Verona 1-2.

Quattro minuti di recupero.

83′ RIGORE PER IL TERAMO. Infantino trasforma spazzando il portiere. Ottava rete stagionale per il bomber biancorosso.

Nel Teramo entra Barbuti per De Grazia.

75′ La Virtus Verona si divora il terzo gol con Ferrara.

Annullato un gol al Teramo. Punizione di Ventola, gran botta che Giaconel non trattiene. Infantino insacca ma si alza la bandierina per segnalare il fuori gioco.

Nel Teramo entra Cappa per Spighi.

Ammonito Casarotto della Virtus Verona.

Cambio Virtus. Dentro Gandolfo per Danti.

57′ Cartellino giallo per Persia del Teramo.

Doppio cambio Teramo. Dentro Sparacello per Zecca e Persia per Fiordaliso; biancorossi ira con il 4-4-2.

Ribaltamento di fronte e Virtus Verona pericoloso con Grbac che tira a botta sicura, Caidi salva in angolo.

48′ Ancora Teramo in avanti. Scambio Infantino-Zecca con conclusione di quest’ultimo fuori bersaglio.

46′ Teramo al tiro con Proietti, sfera fuori di poco.

Ripresa. Stesso 22 in campo.

Fine primo tempo. Teramo Virtus Verona 0-2.

42′ Ospiti pericolosi. Ferrara serve un buon pallone a Danti che spreca da ottima posizione.

39′ Ammonito Santi della Virtus Verona.

34′ Ammonito Polak del Teramo.

23′ GOL. RADDOPPIO VIRTUS VERONA. Manfrin direttamente su calcio di punizione beffa Lewandowski, nell’occasione piazzato male.

12′ GOL. VANTAGGIO VIRTUS VERONA. Casarotto anticipa tutta la difesa biancorossa inserendosi di un traversone basso dalla destra di Onescu.

Calcio d’inizio del Teramo.

FORMAZIONI 

Teramo (3-5-2). Lewandowski; Polak, Caidi, Fiordaliso; Ventola, Spighi, Proietti, De Grazia, Celli; Zecca, Infantino. Allenatore: Agenore Maurizi. A disposizione: Pacini, D’Aniello, Celentano, Spinozzi, Giorgi, Cappa, Persia, Barbuti, Altobelli, Piacentini, Sparacello.

V. Verona (4-3-1-2). Giacomel; Lavagnoli, Rossi, Sirignano, Manfrin; Onescu, Giorico, Casarotto; Grbac; Ferrara, Danti. Allenatore: Luigi Fresco. Chironi, Pinton, Trainotti, Mandarin, Polverini, Frinzi, Rubbo, Fadolo, Gandolfo, Danieli, Pavan, Goh.

Sii il primo a commentare su "Serie C – Teramo Virtus Verona, 1-2"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*