Lavori Post Sisma: Ai domiciliari ex assessore comunale

Ennesima inchiesta sui lavori Post Sisma: Ai domiciliari ex assessore comunale della Giunta Cialente ed un imprenditore. Tra i reati che vengono contestati la corruzione. Operazione della Guardia di Finanza ancora in corso.

Si tratta di un’indagine della magistratura aquilana su presunte irregolarità nei lavori del post sisma. A sostenere l’accusa il procuratore capo Fausto Cardella ed il sostituto procuratore Davide Mancini. Le indagini, portate avanti dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza del capoluogo sono culminate con due arresti e diversi indagati ai quali viene contestato, tra gli altri, il reato di corruzione.

Le misure restrittive ai domiciliari sono state firmate dal gip Giuseppe Romano Gargarella e riguarderebbero un ex assessore ed ex vicesindaco dell’attuale amministrazione comunale e un imprenditore. Nel registro degli indagati sono finiti diversi funzionari e amministratori pubblici. L’operazione è ancora in corso e vede le Fiamme gialle impegnate in una serie di perquisizioni. L’inchiesta è relativa ai lavori di ricostruzione dell’Oratorio Don Bosco.

Ai domiciliari l’ex vice sindaco Roberto Riga, già dimessosi da tutti gli incarichi istituzionali dopo il suo coinvolgimento nell’inchiesta “Do ut des” ed il noto imprenditore Massimo Mancini, tra l’altro vice presidente dell’Aquila Calcio.

Sii il primo a commentare su "Lavori Post Sisma: Ai domiciliari ex assessore comunale"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*