Lanciano Pescara: le voci dei protagonisti

Lanciano Pescara. I biancazzurri si impongono 2-1. Virtus a testa alta. Reti di Caprari, Memushaj su rigore. Per la Virtus ha accorciato Di Cecco. Sfida all’insegna del fair play

Clicca qui per il commento della partita

Qui la web cronaca

Le voci dei protagonistie

Daniele Sebastiani

“La Virtus ha disputato una buona partita. La qualità dei nostri attaccanti ha fatto la differenza. Ci siamo complicati la vita sul 2-0, ma la vittoria è meritata. Il mercato ? Con tutti gli effettivi, la squadra non ha bisogno di correttivi.

Hugo Campagnaro

“Abbiamo giocato bene. Risultato giusto. Vittoria sofferta. Sono un po’ stanco, ma è andata meglio di quanto speravo. Era importante stare corti. Le punte ci hanno aiutato molto in fase di non possesso. Abbiamo fatto fatica finora fuori casa. Bisogna continuare così. Era la partita che dovevamo fare. Il Lanciano ci ha messo in difficoltà. Piccolo è un grande giocatore. I problemi fisici credo che siano alle spalle. Ora c’è il Modena all’Adriatico. Sarebbe bello vedere un pubblico numeroso”.

Oddo

“Meglio noi nel primo tempo. La Virtus ci ha messo in difficoltà nella ripresa. Ha disputato una buonissima partita. Mi dispiace molto. Non merita la classifica che occupa. Adesso c’è il Modena del mio amico Crespo. Abbiamo giocato insieme un paio di mesi nella Lazio. Abbiamo superato i trenta punti. Ma non dobbiamo affatto adagiarci”

Caprari

“Posso fare molto di più. Voglio arrivare in doppia cifra. Sono a quota sei, dunque a buon punto. Vittoria sofferta. Il Lanciano ci ha messo in difficoltà. Dopo il 2-0 ci siamo abbassati troppo. Inevitabile qualche rischio. In questo senso, dobbiamo migliorare. In occasione del gol, bravo Lapadula a portare via l’avversario. Movimento decisivo.

Mammarella

“Lanciano tutto cuore. Sullo 0-2 abbiamo reagito alla grande facendo gol e sfiorando il pari che avrebbe fotografato meglio l’andamento del match. Il Pescara ha vinto grazie alla qualità dei singoli. Stiamo andando oltre i nostri limiti. La verità è questa. Inutile raccontare storie”.

D’Aversa

“Non dobbiamo abbassare la testa. Non ricordo tante parate di Casadei. Alla prima difficoltà ci disuniamo. La classifica in questo senso incide. Se avessimo pareggiato, non avremmo rubato nulla. Fiorillo è stato chiamato spesso in causa. Il divario non si è visto. Dobbiamo ripartire da questa prestazione. Non c’è nulla di cui vergognarsi. Io ci credo. I ragazzi lo dimostrano sul campo. L’importante è continuare a lottare. Tre stagioni fa con Gautieri abbiamo girato a 14 punti a fine girone di andata. Tutto è ancora in ballo.

Di Cecco

“Abbiamo reagito benissimo. Siamo vivi. Siamo tutti dalla parte del mister. Non molleremo un centimetro. Sul rigore nulla da dire. Ci gira tutto storto. Ora bisogna cercare di vincere da tutte le parti. A questa squadra tutto si può rimproverare tranne che non abbia un’anima. Il Pescara è un’ottima squadra. Caprari ha fatto il fenomeno sul gol. Noi li abbiamo messi in difficoltà nel secondo tempo tenendo alto il ritmo e con l’ agonismo. Non è bastato”

Il servizio:

Sii il primo a commentare su "Lanciano Pescara: le voci dei protagonisti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*