Salvini a Montesilvano: “Italia? Paese scemo, utile a terroristi”

salvini1

Prima una passeggiata in spiaggia a Montesilvano, poi il comizio in piazza. Salvini choc dopo attentati di Parigi: “L’Italia? Paese scemo, utile ai terroristi.”

Il leader della Lega Nord e del Movimento “Noi con Salvini”, Matteo Salvini, oggi in Abruzzo per prendere parte a una serie di incontri con i simpatizzanti. A Montesilvano, all’Hotel Serena Majestic, ha preso parte al convegno organizzato dal professor Alberto Bagnai sul tema “Ripensare l’Unione dell’Europa”. Prima del convegno Salvini ha dato appuntamento ai suoi militanti e simpatizzanti abruzzesi in piazza Kennedy a Montesilvano. Poi una passeggiata sulla spiaggia approfittando del clima mite, dove si è intrattenuto con i vertici abruzzesi del suo movimento. Salvini ha commentato i tragici fatti di Parigi, ribadendo le proprie idee riguarda l’immigrazione clandestina e la sicurezza: “Contro il terrorismo, tolleranza zero.” E sul possibile accordo con Berlusconi è perentorio: “Forza Italia deve accogliere le nostre idee, altrimenti andremo avanti per sostenere la Lega e il Movimento”.

Un fiume in piena, Salvini, nel commentare l’orrore di Parigi, mentre in platea sostenitori e cittadini hanno tra le mani le bandiere francesi listate a lutto e cartelli con scritto “Io non ho paura”.

“Dopo il tempo delle preghiere, del raccoglimento e della vicinanza, non è possibile affrontare questa situazione con cortei e bandierine. Si tratta di espellere decine di migliaia di persone, di bloccare partenze e sbarchi, di intervenire militarmente contro i tagliagole dell’Isis, anche con l’ausilio della Russia e di controllare i confini”.

E ancora, va giù duro, il leader della Lega, contro il Governo Renzi e senza pelli sulla lingua tuona:

“I terroristi hanno colpito la Francia, la Spagna e l’Inghilterra, ma non l’Italia. Forse non hanno interesse a colpirci perché un Paese così scemo è utile ai terroristi, visto che apriamo moschee e paghiamo loro sussidi. Se Alfano non fosse ministro degli Interni farebbe tenerezza; – ha attaccato Salvini – la persona che difende la sicurezza dell’Italia non può essere quella che ci è venuta a raccontare che nel nostro Paese sono sbarcate 300 mila persone e che lui è riuscito a espellere la bellezza di 325 individui pericolosi. Davvero – ha ironizzato il leader leghista – un bel risultato”.

Secondo Salvini il Governo con Alfano espone l’Italia a pericoli e ribadisce che la Lega è pronta a collaborare per l’emergenza terrorismo ma “se si va avanti solo con le chiacchiere di Renzi – tuona il leader della Lega – noi non ci stiamo.”

“La Le Pen ha fatto bene ad assumere la posizione che ha assunto, lì c’è un clima caldissimo, tra 15 giorni ci sono le elezioni regionali e ha mostrato un gesto di grande responsabilità”, prosegue Salvini. “In Francia, però, hanno un presidente del Consiglio che ha detto da subito espelliamo e controlliamo i confini. I Francesi hanno vissuto un disastro ma con orgoglio. L’Italia attende non si sa che cosa – ha concluso il leader della Lega – e spera che Dio ce la mandi buona affidandosi ad Alfano”.

Quanto al patto con Berlusconi, Salvini precisa che non vuole essere e non sarà una riedizione del patto del ’94. “Se su immigrazione, Europa e riforma della Fornero, Berlusconi e Forza Italia ci stanno, va bene – conclude – ma se invece è solo nostalgia del passato non ci interessa”.

Salvini parla e va all’attacco anche sulla situazione politica abruzzese e lo fa soprattutto in vista delle prossime elezioni amministrative in diversi centri della nostra regione.

“Governeremo in Abruzzo come Italia. Questa stupenda regione finora è stata usata come bacino elettorale dalla politica, con i partiti che arrivavano prima delle elezioni promettendo tanto e scomparendo il giorno dopo il voto”.

A lui fa eco il coordinatore regionale di “Noi con Salvini:

“Il movimento in Abruzzo è in forte crescita”, ha affermato il coordinatore regionale Simone D’Angelosante, medico già sindaco di Ovindoli il quale ha ribadito che Salvini rappresenta l’unico anti Renzi e la venuta di Salvini darà nuovo smalto all’opposizione in Regione”.

Cresce l’interesse del leader della Lega Nord per il territorio abruzzese anche e soprattutto in vista dei prossimi appuntamenti elettorali. Gli elettori saranno chiamati alle urne in diversi centri tra i quali i più rilevanti quelli di Vasto, Lanciano e Francavilla al Mare, dove la coalizione di centro destra si sta organizzando per tornare ad amministrare. Il Responsabile organizzativo regionale della lista Noi con Salvini, Giuseppe Bellachioma, in vista delle elezioni amministrative, si sta già occupando dell’organizzazione del prossimo tour di Salvini in Abruzzo il prossimo mese di dicembre. La Lista “Noi con Salvini” in Abruzzo è coordinata da Anna Rita Guarracino.

salvini-pubblico

L'autore

Antonella Micolitti
E' nata e vive a Pescara. Si è laureata con lode in Lettere, all'Università d'Annunzio di Chieti. Giornalista professionista dal 2007, si occupa principalmente di politica, sociale, attualità, costume. E' appassionata di storia e storia dell'arte bizantina e astronomia, strimpella il pianoforte e le piace il mare d'inverno. Ama Luigi Tenco e le sue canzoni ma le piace ascoltare anche Jovanotti, quello meno conosciuto con i suoi brani più belli. Adora la Grecia e la Russia e le rispettive lingue. Il suo obiettivo è raccontare il volto più curioso e nascosto dell'Abruzzo. Suggeritele le vostre storie. Scrivete alla mail "[email protected]" o "[email protected]". Sarà lieta, per quanto possibile, di darvi voce e spazio, perché la televisione la fate voi con noi.

Sii il primo a commentare su "Salvini a Montesilvano: “Italia? Paese scemo, utile a terroristi”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*