Rischio esuberi alla Brioni di Penne

brionipenne

Rischio esuberi alla Brioni di Penne. Un allarme lanciato dai sindacati . Tavolo di lavoro convocato dal Comune.

Autunno caldo per i lavoratori della Brioni  Roman Style di Penne.  L’azienda sarebbe intenzionata ad attuare un nuovi piano di razionalizzazione del personale e a rischio ci sarebbero 50 posti di lavoro. Entro fine anno potrebbero esserci uscite volontarie con incentivi all’esodo.  Una scelta che i sindacati non accettano e  l’amministrazione comunale vuole verificare la situazione. Il sindaco Rocco D’Alfonso ha convocato un tavolo di lavoro con la rappresentanza unitaria di Brioni  Roman Style per studiare possibili soluzioni. Il taglio del personale rappresenterebbe un ulteriore duro colpo all’economia del territorio dell’area vestina. Il primo cittadino di Penne incontrerà prima i sindacati e poi chiederà un confronto con la dirigenza dell’azienda , sinonimo di eleganza a nota a livello internazionale. Il manager Gianluca Fiore ha intanto fornito rassicurazioni sul futuro dell’azienda e sul fatto che non ci sarà la delocalizzazione della fabbrica ma secondo i sindacati nel 2016 potrebbe esserci un nuovo piano industriale con un riassetto del gruppo. Intanto i lavoratori sono in apprensione  ed attendono risposte.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Rischio esuberi alla Brioni di Penne"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*