“Tra Sacro e Profano”: La mostra di Atzeni all’Aurum

“Tra Sacro e Profano”: La mostra di Atzeni all’Aurum di Pescara, presso la sala degli Alambicchi fino a domenica 30 agosto.

L’esposizione, voluta fortemente dal Circolo Culturale Sardo Abruzzo e Molise “Dimonios”, patrocinata dall’associazione “Arte Insieme” di Pescara, é dedicata alle opere di Salvatore Atzeni , uno dei pittori contemporanei, più apprezzati non solo a livello nazionale, ma anche a livello internazionale. Sulla scena da oltre 45 anni, Atzeni ha sempre cercato di esplorare tematiche diverse, arte sacra, ma anche legata al “Nuovo Surrealismo”, con l’intento, sempre dichiarato, di promuovere nel mondo la bellezza della sua terra, la Sardegna.

“L’esposizione sorprenderà i visitatori – ha dichiarato Atzeni – per l’unicità delle opere non solo da cavalletto, ma anche da teleri di grande dimensione, da collocarsi come stile compositivo e pittorico tra il manierismo ed il barocco.”

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "“Tra Sacro e Profano”: La mostra di Atzeni all’Aurum"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*