Palazzo Ardinghelli a L’Aquila: “Sarà sede del Maxxi”

Lo storico Palazzo Ardinghelli a L’Aquila “Sarà sede del Maxxi”. Lo ha annunciato ieri il Ministro dei Beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini, a margine dell’ XI Giornata dell’arte contemporanea.

Sullo storico palazzo aquilano si sta già lavorando da tempo grazie ad un finanziamento del Governo Russo, nell’ambito degli interventi internazionali di solidarietà dopo il terremoto, ma a questo va aggiunto un milione e mezzo di euro da parte del Ministero per completare i lavori. All’origine l’idea era quella di collocarci gli uffici dello stesso Ministero, ma é stato lo stesso Ministro Franceschini ad annunciare il cambio di destinazione

“Abbiamo valutato che diventerà un museo di arte contemporanea, la cui collezione verrà costruita attraverso delle donazioni. Visto che il luogo non é grande dovranno essere donazioni importanti, quindi più qualità che quantità. La gestione – ha detto ancora Franceschini – sarà affidata al Maxxi e sarà Maxxi L’Aquila”

Il commento entusiasta all’annuncio del Ministro Franceschini del Segretario generale della Fondazione Maxxi, Francesco Spanu

“L’ipotesi di affiancare al polo romano altre realtà come quella che sorgerà a L’Aquila, dimostra quanto lo strumento privatistico della Fondazione sia la scelta giusta per razionalizzare risorse e consolidare una politica culturale che promuova la conoscenza e la fruizione dell’arte contemporanea su tutto il territorio nazionale.”

Sii il primo a commentare su "Palazzo Ardinghelli a L’Aquila: “Sarà sede del Maxxi”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*