Montesilvano, armato di pistola sorpreso in un bar dai Carabinieri

Entra in un bar armato di pistola e, all’arrivo dei Carabinieri, costringe il barista a nascondere l’arma dietro al bancone, ma poi viene arrestato. Protagonista dell’episodio, avvenuto nella notte a Montesilvano, un 46 enne del posto già noto alle forze dell’ordine.

Arrivata la segnalazione di un uomo armato in un bar, sul posto sono subito arrivati i Carabinieri della Compagnia di Montesilvano, supportati dai colleghi di Pescara. È stato grazie alle immagini delle videocamere di sorveglianza che i militari hanno ricostruito l’accaduto. Perquisita l’automobile dell’uomo, è stato trovato anche un coltello a serramanico lungo 14 cm. Le armi sono state sottoposte a sequestro. La pistola, una Browning Pro-9, calibro 9×21, con 13 colpi, perfettamente funzionante, risulta di illecita provenienza, poiché acquistata nel Nord Italia tramite l’esibizione di un documento falso. Dopo l’udienza di convalida, l’uomo, non in possesso di porto d’armi, è stato sottoposto a custodia cautelare in carcere.

Sii il primo a commentare su "Montesilvano, armato di pistola sorpreso in un bar dai Carabinieri"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*