Liceo Classico Pescara: Sopravvissuta Auschwitz incontra studenti

Liceo Classico Pescara: Sopravvissuta Auschwitz incontra studenti in occasione del 7oesimo anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale.

Questa mattina Liliana Bucci, oggi 78enne, ha raccontato la sua storia a 200 studenti del Liceo Classico di Pescara, lei all’epoca una bambina di 8 anni sopravvissuta al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau, fino alla liberazione dell’Armata societica il 27 gennaio del 1945:

“Mia madre era ucraina ed ebrea, mio padre cattolico. A fine marzo del 1944 fummo denunciati da una persona italiana ed i nazifascisti vennero a prenderci. Fui deportata insieme ad altri 12 familiari, tra i quali mia sorella, tornammo solo in quattro. Il ricordo più vivo e doloroso é legato a mio cugino Sergio che cadde in una trappola e credendo di raggiungere la madre si ritrovò ad Amburgo dove fu sottoposto ad esperimenti scientifici che gli procurarono enormi sofferenze per poi essere ucciso prima dell’arrivo degli alleati. Io e mia sorella ci salvammo perchè la donna che si occupava di noi ci disse di non fidarci.”

Liliana Bucci oggi vive a Bruxelles e alla domanda degli studenti sull’attuale situazione estremamente drammatica con i venti di guerra che sono tornati a soffiare su Europa e Medioriente:

“A 70 anni di distanza dalla fine delle atrocità vissute durante la Seconda Guerra Mondiale, siamo di fronte ad una nuova barbarie internazionale: politicamente manca l’Europa. I terroristi di oggi non guardano in faccia a nessuno – aggiunge Liliana – ma credo che una cosa come quella accaduta a noi ebrei sia irripetibile.”

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Liceo Classico Pescara: Sopravvissuta Auschwitz incontra studenti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*