Incidente autobus Tua: solo per miracolo evitato il peggio, amputazione parziale dell’arto per la 17enne

Il giorno dopo il terribile incidente a Caprara di Spoltore dove un autobus pieno di studenti, per evitare un frontale con una vettura che ha invaso la corsia, si è scontrato contro un albero.

Sono risultati negativi all’uso di alcol e droghe il conducente dell’automobile e l’autista dell’autobus di linea coinvolti, ieri, in un incidente stradale a Spoltore (Pescara) che ha provocato il ferimento di una trentina di persone. I risultati degli accertamenti a cui i due sono stati sottoposti sono arrivati nel primo pomeriggio.

Dei 23 feriti , tutti in codice giallo, che hanno dovuto ricorrere alle cure sanitarie, la maggior parte ha avuto una prognosi tra i 5 ed i 10 giorni, il conducente della vettura 25 giorni per ferite alla caviglia e al gomito e 30 giorni per  un ragazzo di 12 anni per la frattura della clavicola ed un trauma cranico-facciale. Restano serie, invece, le condizioni  della ragazza di 17 anni originaria di Foggia, ma residente a Pianella, gravemente ferita agli arti. La giovane ha dovuto subire l’amputazione della parte inferiore della gamba destra , rimasta incastrata tra le lamiere, era stata subito ricoverata in ospedale a Pescara e sottoposta, nel pomeriggio, a un intervento chirurgico durato dieci ore, sedata farmacologicamente, è ora in Rianimazione. Intanto ieri ha ricevuto la visita dell’assessore regionale alla sanità Nicoletta Verì che si è voluta sincerare sulle sue condizioni e su quelle di tutti i feriti. L’autobus, invece, è stato ricondotto nel parcheggio di Tua a Pescara, dove nei prossimi giorni saranno effettuati nuovi rilievi. Il presidente di Tua Gianfranco Giuliante, intanto, ha annunciato gli esiti di un’indagine interna:

“Intanto un plauso va alla prontezza di riflessi del nostro autista – dice Giuliante – che ha dapprima evitato l’impatto frontale con l’autovettura ed ha poi fatto in modo che il mezzo non finisse in una scarpata con conseguenze davvero tragiche. Il mezzo era praticamente nuovo e dotato di tutti i sistemi di sicurezza, l’autista veniva da due turni di riposo per cui dal nostro punto di vista non abbiamo riscontrato anomalie di sorta.”

Un incidente che giunge, tra l’altro, in un momento complicato per quel che riguarda i collegamenti con diverse corse, specie quelle urbane, così come ci segnalano da casa, che vengono a mancare, l’ultima in ordine di tempo questa mattina, con la Linea 7 delle 7.20 in zona San Silvestro che non è passata costringendo molti studenti a ricorrere al passaggio dei genitori per chi ha potuto o ad aspettare la corsa successiva arrivando in ritardo a scuola:

“Abbiamo ereditato una situazione complessa – prova a spiegare Giuliante – con l’applicazione di una norma europea che ci ha costretto a rottamare diversi mezzi e con i nuovi mezzi ancora in fase d’immatricolazione, capiamo i disagi ma stiamo cercando di tamponare come meglio possiamo.”

“Ero sull’autobus quando all’improvviso mi sono ritrovata a terra e in quel momento non ci ho capito più nulla, ho visto un pezzo di legno dentro l’autobus e si trattava, me ne sono accorta dopo, dell’albero che era entrato dentro. È stato un momento infernale”. Queste le parole di Annamaria Sergiacomo, la donna di Pianella che era tra i passeggeri del bus TUA, coinvolto ieri in un incidente stradale a Caprara di Spoltore . La donna, che ha riportato la rottura del braccio, è finita al pronto soccorso dell’ospedale civile di Pescara, e ha ancora negli occhi quei drammatici momenti. “L’autobus era pieno e in quel momento c’era un tratto di strada in salita. Purtroppo in quella strada già in passato erano accaduti diversi incidenti anche per la presenza di diverse curve. L’autobus procedeva lentamente, ma essendo nella parte centrale dell’autobus non ho visto poi cosa ha causato l’incidente. Poi al pronto soccorso ho visto l’autista che parlava del fatto di aver dovuto sterzare improvvisamente. L’ albero si trovava poi sul ciglio della strada”.

https://www.youtube.com/watch?v=UqmDR35yULE

Sii il primo a commentare su "Incidente autobus Tua: solo per miracolo evitato il peggio, amputazione parziale dell’arto per la 17enne"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*