Città Sant’Angelo: è caccia al pitone fuggito di casa

pitone-montesilvano

 A Città Sant’Angelo è caccia al pitone fuggito dall’abitazione del proprietario. Si tratta di un esemplare lungo circa quattro metri, custodito in casa e regolarmente detenuto.

Ultime Novità: è stato ritrovato il pitone…non era mai uscito di casa


Sono in corso le ricerche che, però, fino ad ora, non hanno dato esito. Il rettile, un pitone delle rocce indiano (o pitone morulo) di otto anni, era custodito in una teca adibita a rettilario. Questo grosso serpente ha una caratteristica che lo contraddistingue da tutti gli altri grossi rettili: è capace di “camminare” letteralmente per spostarsi sul terreno, infatti è uno dei pochi se non l’unico che si muove linearmente e non in diagonale o in linea ondulata. E’ molto agile e veloce e potrebbe aver già percorso decine  di chilometri e trovarsi a chilometri di distanza da casa. Anche in  cattività riesce a crescere molto, arrivando a superare i 7 metri di lunghezza e i 120 chilogrammi di peso. Il proprietario quando è rientrato da una vacanza durata alcuni giorni non lo ha trovato. Sono in corso ricerche dei Carabinieri della Compagnia di Montesilvano condotte in collaborazione con il personale del Corpo Forestale dello Stato.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Città Sant’Angelo: è caccia al pitone fuggito di casa"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*