L’Aquila, borse di studio: studenti Udu chiamano in causa la Regione

sit in studenti udu l'aquila

Gli studenti che hanno diritto alla borsa di studio regionale sono 5.749; di questi, però, solo il 65% ne beneficia effettivamente: tutti gli altri non sanno se potranno fruirne. A denunciarlo sono gli studenti dell’Unione degli studenti universitari (Udu) dell’Aquila e di Teramo, che questa mattina hanno protestato con slogan e bandiere davanti alla sede della Giunta regionale all’Aquila.

Un sit in di protesta degli studenti dell’Udu per chiedere garanzie per gli idonei non beneficiari di borsa di studio. A causare l’esclusione del 35 per cento dei beneficiari dalle Borse di studio è, secondo gli studenti – sostenuti nella loro protesta anche dai dirigenti dell’Azienda per il diritto allo studio dell’Aquila – “il mancato stanziamento di fondi sul diritto allo studio da parte della Regione”. Tra i temi della manifestazione, anche il futuro della residenza universitaria aquilana, la ex caserma Campomizzi.

IL SERVIZIO DEL TG8:

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, borse di studio: studenti Udu chiamano in causa la Regione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*