L’Aquila, preparativi in ritardo per il Giro d’Italia

A quattro giorni dalla tappa numero 9 del Giro d’italia, quella che partirà da Pesco Sannita per arrivare a Campo Imperatore – su quella cima a 2.135 metri di quota sul Gran Sasso che fece tremare l’Italia di emozione nel 1999, quando il “Pirata” Marco Pantani scalò la vetta a lui intitolata – la città si scopre non proprio perfettamente pronta.

Per diverse volte meta della Corsa Rosa e l’anno scorso scelta come tappa del Giro under 23, Campo Imperatore accoglierà i ciclisti dopo 225 km di pura fatica.

L’amministrazione comunale garantisce piena attività perché tutto sia a posto per domenica 13 maggio; allo studio anche una speciale illuminazione rosa per i principali monumenti cittadini, Collemaggio e Fontana Luminosa ad esempio. Ma non ci sono ancora decori, e addobbi che annuncino l’arrivo della Corsa Rosa numero 101. Ancora riunioni in corso con i tecnici e i dirigenti delle amministrazioni locali dalla Provincia al Comune, forze dell’ordine e Centro turistico del Gran Sasso per preparare l’organizzazione logistica a Campo imperatore, il cui piazzale sarà off limits.

Per i dettagli bisognerà aspettare una conferenza stampa ad hoc che il sindaco Biondi intende convocare nelle prossime ore. La vera problematica riguarderà la gestione della viabilità sulla S.S. 17 bis, di competenza della Provincia, che sarà interdetta al traffico per tutta la giornata. Il giro partirà alle 11:00 e l’arrivo è previsto circa alle 17.

La grande incognita è la gestione dell’afflusso dei partecipanti, che saliranno nel corso della giornata e che dovranno aspettare ore prima di riscendere a valle: in quanto unico mezzo per tornare a Fonte Cerreto sarà infatti la funivia, che può però trasportare 100 persone a viaggio per un massimo di 500 persone all’ora: facendo un rapido calcolo, per 3mila presenze ci vorranno oltre sei ore, a voler essere ottimisti. L’appello degli organizzatori è dunque di attrezzarsi non soltanto con il giusto abbigliamento (il meteo infatti è incerto), ma anche di tanta pazienza.

Intanto a proposito delle polemiche sulla situazione di degrado in cui si trova Campo Imperatore, il Centro turistico apporrà davanti all’albergo in ristrutturazione, alcuni grandi cartelli esplicativi dei lavori in corso a cura del Provveditorato alle Opere pubbliche. Mente proprio in queste ore il Centro turistico sta rimuovendo i residui dei lavori (andati avanti fino a Pasqua) per la sostituzione della seggiovia delle Fontari. E che a causa della neve non è stato possibile portare via fino a questo momento.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila, preparativi in ritardo per il Giro d’Italia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*