Centrale Biomasse Colonella- Stop del Tar alla Regione

Il Tar annulla il Provvedimento Unico Regionale rilasciato alla Sagitta Immobiliare S.r.l. per la costruzione di una centrale a Biomassa a Colonella.

Il ricorso era stato presentato dal sindaco Leandro Pollastrelli e da Nazzareno Vagnoni in qualità di assessore comunale e cittadino residente in contrada Vallecupa, la zona su cui sarebbe dovuta sorgere la centrale.

“La sentenza riconosce in modo pieno ed esaustivo le ragioni del Comune di Colonnella – dice soddisfatto Pollastrelli -. Accoglie il ricorso 618/12 e annulla l’impugnata autorizzazione”.

Le motivazioni della sentenza sono di carattere tecnico-istruttorie.

“La Regione Abruzzo – spiega il sindaco- nel rilascio dell’Autorizzazione Unica Regionale ha commesso una serie di errori di procedure, con ‘accellerazioni istruttorie’- dice la sentenza- che hanno portato praticamente al rilascio dell’ Autorizzazione Unica prima che tutti i pareri fossero stati acquisiti e prima che di fatto fosse conclusa la fase istruttoria con la conferenza dei servizi”.

La sentenza riconosce tutte le eccezioni fatte e chiude una vicenda nella quale il Comune ed il sindaco furono citati, in una prima fase, dalla Sagitta per un risarcimento danni di 40 milioni di euro.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Centrale Biomasse Colonella- Stop del Tar alla Regione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*