Roseto, per il Commissariato il comune replica ad Atri

A Roseto degli Abruzzi nell’ultimo consiglio comunale è stata approvata la delibera relativa al terreno su cui realizzare, entro il 31 dicembre 2022, il Commissariato di polizia.

Un’ area di oltre 2500 metri quadrati in zona Borsacchio, subito dopo un condominio adiacente a Villa Paris. Questa sarà la destinazione definitiva che il Comune ha trovato per portare in città il Commissariato di polizia. “Nel frattempo- ha precisato il sindaco Sabatoni Di Girolamo- come sede provvisoria i locali del prusst Monti, dove manca solo un atto notarile per acquisirne definitivamente la proprietà. Il servizio logistico del ministero dell’interno ha già ispezionato i locali, al piano terra, con tre ingressi diversi, quindi un’ampia autonomia per un eventuale commissariato”

Simone Tacchetti Vicesindaco: “Il ministero però ha chiesto una sede definitiva, ed ecco perché il consiglio comunale ha proposto un’area su cui costruire il nuovo commissariato. Non si ha necessità di modifiche urbanistiche perché si tratta di un terreno già urbanizzato, avente destinazione ad attrezzature scolastiche o interesse pubblico. Finanzieremo la costruzione del commissariato in quel terreno con risorse derivanti dall’urbanistica contrattata e, se non dovesse essere sufficiente, anche con un mutuo. È chiaro che Atri si opponga, ma le statistiche parlano a favore della costa. C’è bisogno di sicurezza, e faremmo gli interessi non solo di Roseto ma di tutto i litorale teramano”.

Il servizio del Tg8

Sii il primo a commentare su "Roseto, per il Commissariato il comune replica ad Atri"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*