Pescara: piano spiaggia, critiche anche dai balneatori

spiagge abruzzospiagge-abruzzo

Pescara: piano spiaggia, critiche anche dai balneatori alla Commissione grandi infrastrutture del Comune.

Pescara: piano spiaggia, critiche anche dai balneatori. No all’incremento di volumetria del 25-30% per lacune concessioni e maggiore attenzione ai piccoli stabilimenti sono le principali richieste rivolte da Cna balneatori e da Fiba Confesercenti alla Commissione grandi infrastrutture del consiglio comunale che sta vagliando il piano demaniale comunale di Pescara. Le associazioni di categoria parlano di vincoli burocratici ed economici e contestano che le osservazioni che hanno presentato non sono state accolte dalla Commissione.

Il responsabile di Cna Balneatori Abruzzo Cristiano Tomei afferma “siamo sostanzialmente favorevoli al piano spiaggia di Pescara, a  condizione che venga cancellata la norma che prevede incrementi di volumetria del  25% per alcune concessioni”.

Il vice presidente provinciale dei balneari di Fiba-Confesercenti Antonio La Torre ed il coordinatore Mario Troisi dicono che ” il Piano demaniale comunale approvato dalla Giunta e approdato in Commissione non ci piace in molti aspetti. Quello che ci piace di meno è che nella sua stesura l’Amministrazione ha fatto solo finta di aprire al dialogo con tutte le associazioni di categoria, finendo per accogliere solo isolate proposte che non miglioreranno l’offerta turistica e che espongono la categoria a polemiche di cui non si avvertiva il bisogno” .

 

Sii il primo a commentare su "Pescara: piano spiaggia, critiche anche dai balneatori"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*