Pescara: diga foranea, scambio di accuse

porto-pe

Pescara: diga foranea, scambio di accuse tra Forza Italia e il vice sindaco con delega alle attività portuali Enzo Del Vecchio, sulla mancata apertura della diga.

Pescara: diga foranea, scambio di accuse tra Forza Italia e il vice sindaco con delega alle attività portuali Enzo Del Vecchio, sulla mancata approvazione del prg portuale e apertura della diga. Per il capogruppo di FI in consiglio regionale Lorenzo Sospiri il Governatore Luciano D’Alfonso ha visto naufragare anche il progetto di apertura della diga foranea perché funzionale ad un piano regolatore portuale mai approvato, imponendo anche lo stop alla procedura di Via e quindi anche alla realizzazione della barriera soffolta.Tradotto in numeri, secondo Sospiri ,questo significa che è stato perso il 10 % dei fondi Par-Fas disponibili, perché non sono state assunte le obbligazioni giuridicamente rilevanti entro il 31 dicembre scorso; e se le procedure non arriveranno a conclusione entro giugno, si perderanno ancora il 50 % dei fondi rimasti. Il vice sindaco Del Vecchio respinge le accuse al mittente ed afferma che se il prg portuale non è stato ancora approvato la colpa è delle precedenti amministrazioni guidate dal centro destra e di Forza Italia.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Pescara: diga foranea, scambio di accuse"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*