Notaresco: fuga dopo il furto, recuperato ingente bottino

Notaresco: un’autovettura ed utensili vari per un valore di almeno 50 mila euro, questo il bottino per un malvivente costretto, però, ad abbandonare la refurtiva dopo un rocambolesco inseguimento.

Il fatto é accaduto a Notaresco nella notte tra giovedì e venerdì, una panda di colore bianco non si é fermata all’alt imposto da una pattuglia dei carabinieri sfrecciando dritta lungo Corso Belvedere. Immediato é scattato l’inseguimento, l’auto, braccata anche da altre pattuglie allertate dal Comando dei Carabinieri di Giulianova e da quello di Pineto. La fuga é terminata in Contrada Sammaccio dove l’uomo a bordo della Panda, forse intimorito dal suono delle sirene, ha imboccato una strada sterrata abbandonando l’auto e proseguendo la fuga a piedi. I militari hanno tentato di inseguirlo anche tra le campagne, ma il buio e la fitta vegetazione si sono rivelati complici dell’uomo che ha fatto perdere le sue tracce. Recuperata, tuttavia, l’intera refurtiva e ricostruita la dinamica. L’auto é stata rubata nel parcheggio esterno dell’azienda di telecomunicazioni “Cometa”di Notaresco, all’interno utensili ed attrezzature per l’installazione di impianti per la fibra ottica, per un valore complessivo di 50 mila euro.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Notaresco: fuga dopo il furto, recuperato ingente bottino"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*