Esplode caldaia, intossicati padre e figlio

A Cellino Attanasio l’esplosione di una caldaia ha fatto finire in ospedale, intossicati, padre e figlio. Non sono gravi.

Il vano caldaia va in fiamme, i vicini vedono il fumo e salvano la vita ad un anziano padre, invalido e 93 enne, e il figlio 66 enne. E’ accaduto a Cellino Attanasio dove l’esplosione della caldaia, probabilmente mal funzionante, ha fatto finire in ospedale a Teramo entrambi gli uomini intossicati dal fumo. I carabinieri hanno disposto ulteriori accertamenti destinati a verificare lo stato di funzionalità della caldaia esplosa.Tra i primi ad intervenire sul posto proprio i carabinieri della locale stazione poiché la casa si trova lungo lo stesso marciapiede della caserma. L’anziano, invalido da tempo, è stato prima ricoverato ad Atri e poi trasferito a Teramo per più specifici controlli.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Esplode caldaia, intossicati padre e figlio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*