Sulmona: pagava con bancomat rubati, arrestato rom

La polizia di Sulmona ha arrestato un 26enne pescarese di etnia rom per furto aggravato, ricettazione e indebito utilizzo di carte di credito: effettuava pagamenti con bancomat rubati.

Ad avviare le indagini della polizia è stata la denuncia di una giovane sulmonese, il cui bancomat, rubato nella sua auto, era stato usato per prelievi effettuati negli sportelli di alcuni istituti di credito della valle Peligna e nel Pescarese e per effettuare transazioni su pos di diverse attività commerciali, per una somma di circa 4 mila euro.

Il giovane rom è stato incastrato dalle immagini delle telecamere dei sistemi di videosorveglianza; da qui i riconoscimenti fotografici, le testimonianze e gli appostamenti, che hanno consentito di riconoscere e arrestare il 26enne, coadiuvato dalla compagna 21enne di Torremaggiore (Foggia). Quest’ultima è stata denunciata per ricettazione e indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Sulmona: pagava con bancomat rubati, arrestato rom"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*