Pescara, merce scaduta: sequestri e sanzioni dei Vigili Urbani

vasto-ciclomotore-rubato

Stretta della Polizia Municipale di Pescara su merce scaduta e non sicura: in due mesi tanti i sequestri, e numerose anche le sanzioni.

I casi più eclatanti? Sequestrati 33 kg di dentice, 454 confezioni di cereali, pasta, farine, riso e carni essiccate, 22 porzioni di pasta istantanea (Noodles), oltre a 130 confezioni di altri prodotti, in prevalenza cosmetici. Le sanzioni hanno superato l’importo complessivo di 38mila euro. Tra i controlli, anche quelli effettuati in due locali di via Piave e via Mazzini il 23 dicembre. L’attività è stata svolta dai vigili urbani in sinergia con la Asl di Pescara, Servizio veterinario ed igiene degli alimenti.

“Una felice cooperazione – ha detto il comandante Carlo Maggitti – che conferma la serieta’ dell’attivita’ svolta dal Nucleo Commercio e tutela del consumatore guidato dal maggiore Danilo Palestini e composto dagli agenti Spallone, Venditti e De Cecco che hanno collaborato con la Asl a questa iniziativa”

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Pescara, merce scaduta: sequestri e sanzioni dei Vigili Urbani"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*