Nereto: scuolabus senza assicurazione, bimbi a piedi

Caos a Nereto: gli scuolabus hanno l’assicurazione scaduta e non possono partire. I genitori sul piede di guerra.

Vacanze forzate o forti ritardi nell’arrivare a scuola ieri mattina nel centro della Val Vibrata. Decine di studenti sono rimasti a piedi per il mancato passaggio degli scuolabus alle fermate. I mezzi infatti non hanno potuto circolare in quanto ci si è accorti, all’ultimo momento, che il Comune si era dimenticato di rinnovare le polizze assicurative per l’intero proprio parco mezzi, pulmini scolastici compresi.

Sconcertato anche il commissario prefettizio, Alberto Di Gaetano, che regge la città dopo la caduta dell’amministrazione comunale ed in vista delle prossime elezioni. Il funzionaro ha annunciato di voler valutare le responsabilità tra chi -negli uffici- avrebbe dovuto occuparsi del rinnovo. Le polizze erano scadute lo scorso 31 dicembre, e si erano fatti decorrere invano anche i successivi 15 giorni di tolleranza sulla copertura dei rischi. Lo stesso commissario, a dicembre, avrebbe fatto presente che le polizze erano in scadenza e dato mandato agli uffici di provvedere.

Ieri mattina, mentre infuriavano le proteste delle famiglie, si è provveduto in fretta e furia al rinnovo. Da stamani il servizio è ripreso, ma resta la figuraccia e probabilmente qualche strascico disciplinare per chi è stato così colpevolmente smemorato.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Nereto: scuolabus senza assicurazione, bimbi a piedi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*