L’Aquila: l’Airc nelle scuole col progetto “Cancro, io ti boccio”

Airc e Miur insieme nelle scuole con il progetto “Cancro, io ti boccio”. Il 26 gennaio la vendita delle arance della salute all’istituto Da Vinci Colecchi de L’Aquila.

La classica rete da 2,5 kg di arance rosse italiane, vendute al costo di 9 euro, potranno essere acquistate venerdì 26 gennaio dalle 11 alle 13.45, presso l’istituto “Da Vinci Colecchi” di L’Aquila, nella sede “Da Vinci” di via Monte San Rocco, nell’ambito del progetto Miur Airc “Cancro Io ti boccio”.

E’ da più di quindici anni che oltre novecento scuole si uniscono ai volontari di Airc per distribuire arance rosse italiane. Con il ricavato della vendita saranno finanziati i progetti di ricerca più innovativi, svolti nelle principali istituzioni italiane, e assegnate borse di studio a giovani laureati, specializzandi in oncologia.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività di educazione alla salute, inserite nel Ptof dell’istituto “Da Vinci Colecchi” per l’a.s. 2017/18 e mira a insegnare alle studentesse e agli studenti l’importanza di adottare stili di vita salutari e il valore della gratificazione del volontariato, promuovendo la cittadinanza attiva e scoprendo il valore della ricerca scientifica.

I volontari del progetto “Cancro, io ti boccio” saranno gli studenti della classe 2^G, in collaborazione con i professori Vincenzo Ambrosini, Roberta Anselmo, Alessandro Cocco, Domenico Di Benedetto, Loredana Masciocco e Immacolata Palangio.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: l’Airc nelle scuole col progetto “Cancro, io ti boccio”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*