Incendio a Sant’Omero, muore contadina

Tragedia per le conseguenze di un incendio a Sant’Omero. Muore una contadina per le ustioni

Due squadre dei Vigili del Fuoco sede centrale di Teramo e del distaccamento di Nereto, sono intervenute in Via del Pioppo, nel Comune di Sant’Omero, per un incendio di stoppie.
L’incendio, che ha interessato un’area posta in prossimità della ditta di autodemolizione “DI.MA.VI”, sulla SP11, Bonifica del Salinello, si è sviluppato su una superficie di circa due ettari e ha circondato anche un fabbricato di civile abitazione. I vigili del fuoco intervenuti hanno provveduto a estinguere l’incendio, evitando che coinvolgesse anche l’abitazione.

Durante le operazioni di spegnimento, tra le stoppie bruciate è stato rinvenuto il corpo di una donna di 79 anni, con gli abiti completamente bruciati e quasi tutta la superficie del corpo coperta da ustioni. I tentativi di rianimarla, praticati dai vigili del fuoco anche con l’uso del defibrillatore in dotazione, si sono rivelati inutili e il medico dell’equipaggio del 118 dell’Ospedale di Sant’Omero, giunto nel frattempo sul posto, non ha potuto far altro che constatarne la morte. Non è ancora chiara la dinamica dell’incidente, la donna potrebbe essere svenuta per aver respirato il fumo e poi essere stata raggiunta dalle fiamme, ma anche che sia stata lei ad accendere le sterpaglie per pulire il podere di sua proprietà. Sul luogo dell’incendio sono intervenuti anche i Carabinieri di Nereto e Alba Adriatica per tutti i rilievi e gli adempimenti del caso.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Incendio a Sant’Omero, muore contadina"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*