Alba Adriatica, buttafuori manda in prognosi riservata un ciclista

carabiniericarabinieri

Assurdo a Alba Adriatica: buttafuori romeno assiste a lite stradale e interviene picchiando un ciclista. Per l’aggredito la prognosi è riservata

Testimone di una discussione stradale tra una coppia di automobilisti del posto e un ciclista, entra in scena . E piuttosto che fare da paciere, colpisce con una manata e un calcio al volto il secondo, facendolo finire a terra con una copiosa emorragia. Il ciclista, un 32enne teramano, è in prognosi riservata all’ ospedale di Teramo. L’aggressore, buttafuori di nazionalità romena di 30 anni, adesso è indagato per lesioni personali aggravate. E’ successo in via Mazzini, ad Alba Adriatica nei giorni scorsi, ma ora le indagini dei carabinieri hanno portato all’identificazione e alla segnalazione alla magistratura dello straniero.

Il 30enne mentre transitava in auto in senso opposto a quello dei litiganti, aveva notato l’ accesa discussione per motivi di traffico tra i due albensi e il ciclista teramano e aveva deciso di intervenire: sceso dalla macchina, senza proferire parola ha aggredito il giovane. Le lesioni riportate dal 32enne, subito soccorso dal personale del 118, sono state giudicate molto gravi al punto da trasferirlo direttamente all’ospedale di Teramo dove è tuttora ricoverato in prognosi riservata.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Alba Adriatica, buttafuori manda in prognosi riservata un ciclista"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*