A14: salvato l’uomo che voleva lanciarsi dal viadotto

Dopo ore di trattative, i soccorritori sono riusciti a trarre in salvo un giovane che voleva gettarsi dal viadotto del Cerrano lungo la A14. Traffico autostradale in tilt con code chilometriche.

Aggiornamento 14.45

“Poco dopo le 13:30, sull’autostrada A14 Bologna-Taranto è stato riaperto il tratto compreso tra Pescara Ovest e Atri Pineto, verso Ancona, appena terminato l’intervento della Polizia Stradale e dei sanitari che sul viadotto Cerrano hanno assistito e messo in salvo una persona intenzionata al suicidio”. Lo comunica, in una nota, Autostrade per l’Italia. Attualmente, sul luogo dell’evento, si circola su due corsie e si registrano 7 chilometri di coda all’altezza dell’ex uscita obbligatoria a Pescara Nord e 3 chilometri all’altezza dell’ex uscita obbligatoria a Pescara Ovest.

—————

Sulla A14 Bologna – Taranto è stata disposta la chiusura del tratto tra Pescara Nord e Pineto in direzione di Ancona a causa di un tentato suicidio. Un uomo ha minacciato di gettarsi nel vuoto dal viadotto Cerrano lungo la A14. Da quanto si è appreso si tratterebbe di un giovane di 29 anni originario di Pianella. Sul luogo sono confluiti la Polizia Stradale, il personale di Autostrade per l’Italia e tutti i mezzi di soccorso. In poche ore i Km di coda sono diventati 22. Inoltre, in un secondo momento la chiusura è stata estesa al tratto compreso tra Pescara Ovest e Atri Pineto. L’estensione ha comportato che il traffico veniva fatto uscire obbligatoriamente a Pescara Ovest. In tilt, nella zona, anche la viabilità ordinaria. Alla fine, però, i soccorritori sono riusciti a fare desistere il giovane dall’insano gesto. Il tratto autostradale interessato è stato riaperto.

Il servizio del Tg8