Virtus: a Lanciano o a Pescara?

Virtus: a Lanciano o a Pescara? Al Biondi o all’Adriatico Cornacchia? E’ questa la domanda che rimbalza in queste ore nell’ambiente rossonero.

La gara di domenica con la vice capolista Crotone (che ieri sera ha battuto 3-1 l’Avellino) è in bilico tra questi due stadi. Senza una nuova deroga da parte della Figc, infatti, non si potrà giocare la Biondi. La prima deroga è scaduta il 31 ottobre; la società ha presentato domanda di deroga, ma al momento non sono giunte notizie (dovrebbero arrivare entro domani). Intanto, per l’apertura del cantiere per realizzare i lavori al settore dei distinti (per portarli ai 5.500 posti richiesti dalle norme federali), sono necessarie altre tre settimane: quindi i lavori veri e propri dureranno una quarantina di giorni. Come dire, i distinti non saranno pronti prima della ripresa del campionato il 16 gennaio 2016 (gara interna con la Pro Vercelli). L’auspicio è di potere beneficiare della ulteriore deroga e giocare le gare durante i lavori allo stadio. Sul fronte squadra, infine, gli allenamenti riprenderanno oggi pomeriggio.

L'autore

Paolo Durante
Ha conseguito la Maturità Scientifica, si è iscritto nel 1990 nell’elenco Pubblicisti dell’ODG Abruzzo ed è Professionista dal 2007. Tra le esperienze più significative quella di collaboratore sportivo del quotidiano “Il Centro” per 10 anni. Per Rete8 si è occupato di cronaca, politica, economia, attualità ed attualmente di sport. E’ appassionato di lettura e fotografia.

Sii il primo a commentare su "Virtus: a Lanciano o a Pescara?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*