Lanciano, nuova penalizzazione

Lanciano, nuova penalizzazione. La Virtus scende a quota 26.

Era attesa, è arrivata. Su segnalazione della Covisoc, il Tribunale Federale Nazionale ha inflitto 1 punto di penalizzazione alla società rossonera (anche 500 euro di multa) per non avere documentato entro i termini previsti l’avvenuto pagamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps relativi agli emolumenti dovuti ai suoi tesserati per le mensilità di luglio e agosto. Il Lanciano, dunque, scende in classifica di un punto al terz’ultimo posto al pari del Modena, battuto sabato scorso. Inoltre, è stato inibito per 3 mesi e mezzo il rappresentante legale pro tempore della società Claude Alain Di Menno Di Bucchianico.
Sul fronte sportivo, continua ad allenarsi la Virtus in vista della trasferta di sabato in Liguria. Oggi doppia seduta al Memmo. A disposizione di Maragliulo tornerà sicuramente Di Matteo, che ha scontato la squalifica e forse anche l’infortunato Ze Eduardo. Domani nuova seduta pomeridiana e poi conferenza stampa del tecnico nella sala stampa del Biondi. Giovedì mattina allenamento presso l’impianto di Sambuceto (San Giovanni Teatino); quindi partenza per La Spezia. Venerdì rifinitura in Liguria. Sabato nello Spezia mancheranno Calaio e Misic per squalifica.

L'autore

Paolo Durante
Ha conseguito la Maturità Scientifica, si è iscritto nel 1990 nell’elenco Pubblicisti dell’ODG Abruzzo ed è Professionista dal 2007. Tra le esperienze più significative quella di collaboratore sportivo del quotidiano “Il Centro” per 10 anni. Per Rete8 si è occupato di cronaca, politica, economia, attualità ed attualmente di sport. E’ appassionato di lettura e fotografia.

Sii il primo a commentare su "Lanciano, nuova penalizzazione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*