Brescia Lanciano, trasferta amara

Brescia Lanciano, trasferta amara con 2 rigori e una espulsione che condannano la Virtus al 4^ stop esterno.

Eppure la squadra di D’Aversa aveva interpretato molto bene la gara, andando in vantaggio nel primo tempo con Di Matteo (al primo gol stagionale), servito da una grande giocata di Ferrari. Nel finale di tempo un penalty molto generoso assegnato dall’arbitro Martinelli di Roma 2 (e trasformato da Geijo) ha rimesso la gara in parità Nella ripresa l’episodio del secondo calcio di rigore trasformato sempre da Geijo (nell’occasione è sembrato un po’ ingenuo Pucino, intervenuto forse senza cattiveria, ma da dietro sull’appena entrato Embalo). Vibranti le proteste dei rossoneri: a farne le spese capitan Mammarella che è stato espulso. Allontanato dal campo anche il D’Aversa, uscito fuori dall’area tecnica per dare disposizioni ai suoi. A quel punto per il Lanciano, sotto di un gol e in inferiorità numerica, recuperare era davvero difficile. Martedì di nuovo in campo per il turno infrasettimanale: al Biondi arriverà la Salernitana.

Per la web cronaca clicca qui.

L'autore

Paolo Durante
Ha conseguito la Maturità Scientifica, si è iscritto nel 1990 nell’elenco Pubblicisti dell’ODG Abruzzo ed è Professionista dal 2007. Tra le esperienze più significative quella di collaboratore sportivo del quotidiano “Il Centro” per 10 anni. Per Rete8 si è occupato di cronaca, politica, economia, attualità ed attualmente di sport. E’ appassionato di lettura e fotografia.

Sii il primo a commentare su "Brescia Lanciano, trasferta amara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*