D’Aversa e la pressione del “San Nicola”

D’Aversa e la pressione del “San Nicola”. Il tecnico della V.Lanciano parla della sfida col Bari reduce da due vittorie consecutive.

La Virtus Lanciano  apparsa, in questo inizio di campionato alquanto in difficoltà nelle gare in trasferta affronta la corazzata Bari al San Nicola, consapevole delle difficoltà che dovrà affrontare. Un solo punto in trasferta è davvero un bottino magro. Ed allora occorre compiere l’impresa in uno degli stadi più “caldi” del campionato di Serie B.

D’Aversa nella consueta conferenza stampa pre gara, si è detto orgoglioso di giocare questo incontro:

“È una partita che penso piacerebbe giocare a tutti, ci sarà un ambiente bello perché per chi ama il calcio penso che giocare al San Nicola sia un appuntamento che tutti vorrebbero onorare. I ragazzi devono stare sereni, cercando di riportare in campo e in trasferta quanto fatto la settimana scorsa in casa. Non dobbiamo farci trascinare dal pubblico ma rimanere concentrati sulla necessità di essere compatti e attenti in difesa, non forzare la giocata, aspettare il momento e da lì a seconda della loro fase difensiva cercare la scelta migliore”.

In merito agli avversari biancorossi, D’Aversa ha aggiutno ancora:

“Il Bari ha giocatori di qualità, dobbiamo essere bravi a non farci attirare fuori dai loro movimenti per poi subire verticalizzazioni. Hanno giocatori bravi tra le linee, ma più in generale in tutti i reparti, dobbiamo giocare da squadra, stare attenti a entrambe le fasi di gioco per sopperire che sulla carta hanno giocatori importanti. Non neghiamo la forza dei singoli del Bari, ma giocando da squadra possiamo sopperire a questo gap. Tutti quelli che amano il calcio vorrebbero giocare una partita come questa. Il nostro compito è provare a giocare come facciamo solitamente in casa, senza farci trasportare dagli eventi e dalla pressione del loro pubblico. La serenità è fondamentale in questi stadi.”

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "D’Aversa e la pressione del “San Nicola”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*