Pescara Lanciano: parola ai protagonisti

Pescara Lanciano. Buon avvio della Virtus poi travolta. Gol di Caprari, Zampano, Memushaj su rigore e Torreira. Terzo posto in splendida solitudine. Che pubblico!

Maragliulo

“Non c’è stata storia. Il primo gol ci ha tagliato le gambe. Incapaci di reagire. Negli spazi il Pescara ha dilagato. Aquilanti sostituzione tardiva ? Ha chiesto lui di restare in campo. La soluzione è il lavoro. Il Pescara ha dimostrato tutta la sua forza. Dobbiamo e possiamo rialzarci. L’assenza di Marilungo è stata pesante. Auguro al Pescara il meglio. Complimenti ai biancazurri”

Sebastiani

“Sono felice per il terzo posto ma non è finita. Non è stato una sfida facile. La nostra qualità è impressionante. Il primo gol è stato fantastico. Pubblico encomiabile. Stadio da brividi. In questo momento il pubblico può rivelarsi il tredicesimo e non il dodicesimo uomo in campo”

Oddo

“Speravo in una partita del genere. Gara giocata così come l’abbiamo preparata. Squadra da applausi. Non ci siamo accontentati. Non abbiamo mai mollato. Fa parte di un percorso di maturazione naturale. Gran possesso palla ma non fine a se stesso. L’abbiamo fatto benissimo. I meriti sono soprattutto della mia squadra. Con altri sei punti saremo certi del terzo posto. Il lavoro paga. La perfezione non esiste. Stiamo lavorando molto sulla fase difensiva”.

Di Matteo

” Siamo partiti bene. Al gol di Caprari non siamo riusciti a reagire. Ci siamo abbassati. È stato più un contraccolpo psicologico. Adesso saremo costretti a fare bottino pieno. Di certo la penalizzazione ha inciso a livello mentale. I nostri tifosi sono stati strepitosi”.

Zampano

” Grande soddisfazione. Primo gol stagionale. Lo cercavo da tanto. Adesso due partite importanti contro Modena e Latina. Ottima difesa. Grandi i nostri tifosi. Pubblico da brividi”.

Verre

“La partita perfetta. Terzo posto da consolidare. Siamo stati bravi a sbloccarla, poi è stato tutto più semplice. Adesso c’è serenità. Dobbiamo continuare così. Ci attendono due partite difficili”.

Di Filippo

“Il nostro destino è ancora nelle nostre mani. Due partite da vincere contro Ternana e Livorno. Ce la giocheremo sino alla fine”.

 

 

Sii il primo a commentare su "Pescara Lanciano: parola ai protagonisti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*