Wild card Giro d’Italia – Tra speranze e incertezze

Wild card Giro d’Italia – La prossima settimana Rcs comunicherà l’assegnazione dei 4 posti per la prossima corsa rosa. Androni sicura, la Nippo spera ma…

La Rcs a stretto giro ( entro il fine settimana prossimo) annuncerà le quattro wild card per il giro d’Italia 2019. La Nippo Vini Fantini Falzanè, squadra con sponsor abruzzese ma sempre meno radicata nella nostra regione, dopo due anni di assenza spera nella partecipazione alla corsa rosa che toccherà l’Abruzzo con la frazione Vasto L’Aquila e la successiva partenza da Tortoreto Lido. La partecipazione però non appare scontata anche se la squadra del giovane manager Francesco Pelosi rispetto agli anni passati gode di maggiori chances.

LA SITUAZIONE

Una wild card è già stata assegnata all’Androni di Gianni Savio e del ds abruzzese Alessandro Spezialetti dopo la vittoria nella classifica 2018 della Ciclismo Cup. Restano tre posti a disposizione.

LE IPOTESI

Rcs deciderà per la linea tutta italiana? Questa soluzione qualche mese fà sembrava la più accreditata ma oggi non sembra percorribile. La Direct Energie di Teepstra e Calmejane ha bussato alla porta del Giro al pari della Israel che lo scorso anno fece un grosso investimento: almeno una delle due farà la corsa rosa. Possibile anche entrambe. Per le italiane resterebbero uno o, nella migliore delle ipotesi, due posti a disposizione. Difficilmente la Selle Italia ( sponsor del Giro) di Visconti e Citracca resterà fuori. La Bardiani ha perso Ciccone ma Reverberi ha le sue carte da giocarsi. Come la Nippo che, organico alla mano, è la più forte di tutte ( Moser, Canola, Lobato, Bagioli) ma forse la meno potente politicamente. La nostra sensazione è che sarà un testa a testa come lo scorso anno per l’ultimo posto utile.  Con Androni, una straniera e Selle Italia dentro l’ultima ” maglia rosa” disponibile se la giocheranno l’altra straniera, la Bardiani e la Nippo. Da abruzzesi (anche se la squadra è sempre meno abruzzese) l’augurio è che l’orange e il rosa possano fondersi in un unico colore

Sii il primo a commentare su "Wild card Giro d’Italia – Tra speranze e incertezze"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*