Virtus Lanciano esclusa dal calcio professionistico

Virtus Lanciano esclusa dal calcio professionistico. Lo ha deciso il Consiglio Federale. Futuro da scrivere.

Oggi a Firenze il Consiglio Federale ha ufficialmente escluso dalla Lega Pro e dunque dal calcio professionistico la Virtus. A questo punto il futuro del calcio a Lanciano è legato alla cordata di imprenditori capitanata dall’ingegnere Candeloro (si chiamerebbe Pro Lanciano 1920) che dovrebbe costituire una nuova società e provare a chiedere l’iscrizione in un campionato regionale per meriti sportivi, più difficile ottenere la serie D. Nei prossimi giorni, comunque, potrebbe essere tutto spiegato in una conferenza stampa. La famiglia Maio, invece, sembra che sia intenzionata a portare avanti solo il puro settore giovanile, per intenderci dalla scuola calcio fino agli allievi, resta aperta anche la porta del settore femminile di serie C.

L'autore

Paolo Durante
Ha conseguito la Maturità Scientifica, si è iscritto nel 1990 nell’elenco Pubblicisti dell’ODG Abruzzo ed è Professionista dal 2007. Tra le esperienze più significative quella di collaboratore sportivo del quotidiano “Il Centro” per 10 anni. Per Rete8 si è occupato di cronaca, politica, economia, attualità ed attualmente di sport. E’ appassionato di lettura e fotografia.

Sii il primo a commentare su "Virtus Lanciano esclusa dal calcio professionistico"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*