Trofeo Matteotti, novità e promesse

Presentazione in grande stile del Trofeo Matteotti di ciclismo giunto all’edizione numero 68. Tra promesse e novità, sarà una corsa da non perdere.

Tanti i corridori di prestigio che hanno confermato la presenza per il prossimo 19 luglio, da Ulissi a Gatto, da Pellizotti a Colbrelli senza dimenticare gli abruzzesi che proveranno a fare la voce grossa. Taborre e D’Urbano su tutti, occhio alla Vini Fantini del d s Giuliano che punta forte su De Negri e alla G M del presidente Marchesani che, oltre a D’urbano, potrà contare su tantissimi giovani di primissimo piano. La novità è rappresentata dal passaggio dei corridori sul ponte del mare mentre la grande promessa fatta dal patron Renato Ricci è che nel 2016 la prestigiosa corsa assegnerà la maglia tricolore.

L'autore

Enrico Giancarli
Laureato in Economia e Commercio con tesi realizzata a Mediaset su costi e ricavi di un prodotto televisivo, si occupa di sport per Rete8. Responsabile comunicazione sui campi per i giochi del mediterraneo del 2009, inviato per Sky Sport alla Tirreno – Adriatico e al Giro d’Italia 2015, Telecronista di Londra 2012 per il basket e di Baku 2015 per la MTB. Ha giocato a pallavolo in serie A, pratica ciclismo nel quale ha vinto due titoli italiani ed un mondiale UCI riservato ai giornalisti. Cerca di raccontare gli eventi aggiungendo alla cronaca le emozioni che lo sport praticato sa regalargli.

Sii il primo a commentare su "Trofeo Matteotti, novità e promesse"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*