Teramo, nella tana del Vicenza

Teramo, nella tana del Vicenza. Biancorossi impegnati domani alle 18.30 al Menti in casa della capolista. Indisponibili Amadio e Barbuti.

Dopo il riposo ancora una trasferta per il Diavolo…e che trasferta! I biancorossi giocano al Menti di Vicenza contro una formazione che non ha bisogno di troppe presentazioni. Retrocessa dalla B, ha mantenuto buona parte dell’intelaiatura della passata stagione, col chiaro intento di puntare alla risalita. I numeri del Vicenza: 6 punti in due gare; 5 gol segnati; De Giorgio capocannoniere con tre reti (anche se due su penalty); campagna abbonamenti chiusa con oltre 6.100 tessere (allo stadio previste circa 9.000 persone). Come dire, una sfida che assomiglia molto a quella di Davide contro Golia. Nel Teramo dovrebbe fare il suo esordio dal primo minuto Bacio Terracino, autore del gol che ha dato al Teramo il pareggio in extremis contro il Mestre; l’ex Lumezzane giocherà al posto di Fratangelo. In difesa, Asta potrebbe optare per l’inserimento di Sales al posto di Pietrantonio. Indisponibili Amadio e Barbuti. Da Teramo è partito un pullman di tifosi. Per domani il meteo non è clemente: prevista pioggia abbondante. Il Vicenza dovrebbe schierarsi con l’11 che ha vinto contro Gubbio e Modena.

Probabili formazioni:

Vicenza (4-3-3). Valentini; Malomo, Crescenzi, Milesi, Giraudo; Bangu, Romizi, Alimi; Giacomelli, Ferrari, De Giorgio. Allenatore: Alberto Colombo.
Teramo (4-3-3). Calore, Ventola, Caidi, Speranza, Varas, Pierantonio (Sales), De Grazia, Ilari, Bacio Terracino, Foggia, Tulli. Allenatore: Antonino Asta.
Arbitro: De Santis di Lecce.

L'autore

Paolo Durante
Ha conseguito la Maturità Scientifica, si è iscritto nel 1990 nell’elenco Pubblicisti dell’ODG Abruzzo ed è Professionista dal 2007. Tra le esperienze più significative quella di collaboratore sportivo del quotidiano “Il Centro” per 10 anni. Per Rete8 si è occupato di cronaca, politica, economia, attualità ed attualmente di sport. E’ appassionato di lettura e fotografia.

Sii il primo a commentare su "Teramo, nella tana del Vicenza"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*