Serie D L’Aquila – Analisi e riflessioni

Serie D L’Aquila – E’ la settimana che precede l’inizio del campionato. Finalmente si giocherà ad Acquasanta. Analisi e riflessioni sul momento della squadra. Ecco il nuovo difensore

La notizia tanto attesa è finalmente arrivata: si giocherà da subito nel nuovo impianto di Acquasanta e dopo tanti rinvii finalmente i rossoblù avranno il loro stadio ( fino a 1999 spettatori serve l’ok della commissione comunale che è stata convocata a stretto giro).

LA SQUADRA

Il ko di Avezzano ha lasciato l’amaro in bocca ma l’analisi della partita non è affatto negativa. L’Aquila ha avuto in mano il pallino del gioco per tutti i 90′ costringendo i biancoverdi spesso all’interno della propria metà campo con la Vista padrone della mediana e Diktevicius / settore giovanile rossoblu) piacevole sorpresa sull’out di destra. Le idee di Morgia sono state applicate, la squadra ha imposto il gioco senza mai soffrire e senza permettere all’Avezzano di rendersi pericoloso ma occorre migliorare la qualità dei cross ( oltre 10 sbagliati) e soprattutto occorre che i due esterni offensivi (il punto di forza della squadra) diventino pericolosi nell’uno contro uno costruendo la superiorità. Squadra perfetta fino agli ultimi 15 metri poi è mancato il guizzo vincente. Meglio con Bonvissuto nella ripresa, l’azione con Russo è stata la giocata della partita ma l’ex Nocerina non ha finalizzato. Un dato di fatto oggettivo è che L’Aquila in precampionato non ha mai vinto contro avversari sulla carta inferiori. Basterà una settimana per trovare la brillantezza nel uomini offensivi? La manovra e il centrocampo ci sono, la linea arretrata appare solida ma serve concretizzare.

CALCIOMERCATO

Armando Perna dirà si all’Altovicentino. L’Aquila è pronta a chiudere con Emanuele Sembroni classe 88 lo scorso anno alla Lupa Roma. Ha un passato importante tra i professionisti con le maglie di Pescara, Salernitana e Pergocrema. Attese novità a breve

Sii il primo a commentare su "Serie D L’Aquila – Analisi e riflessioni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*