Serie D Chieti – Pomponi urla, i nuovi si presentano

Serie D Chieti – Conferenza stampa dai toni duri con il patron Pomponi che ha esortato tutti a stare vicino alla squadra. Presentati i nuovi arrivi.

” No alle chiacchiere da bar, no alle critiche pretestuose e che vogliono solo il male del Chieti. Pretendo che tutti stiano vicino a questa squadra, a questo staff e a questo progetto. I miei uomini lavorano h 24 per garantire professionalità. Che mi rappresenta dopo due minuti prendersela con un portiere di 18 anni per un errore? Se volete usare i social o volete venire allo stadio solo per fare del male sapete cosa vi dico? State a casa a guardare la televisione ma non vi permettete di intaccare il gruppo. Criticate me, non loro. E soprattutto parlate con cognizione di causa.”

E’ solo una parte del duro sfogo del patron Pomponi nella conferenza stampa che si è tenuta in mattinata. Presentati alla fine i nuovi arrivi. Tra questi Antonio Di Nardo.

“Ho accettato Chieti perchè ho bisogno di vivere sfide vere e di avere ambizioni. Con Pomponi ho trovato subito l’intesa. Le responsabilità? Non mi pesano. Sappiamo che qui si deve vincere e ce la metteremo tutta. Prima o seconda punta? Sono un attaccante, in carriera il meglio lo ho fatto da seconda punta ma sono pronto a fare quello che serve.”

L'autore

Enrico Giancarli
Laureato in Economia e Commercio con tesi realizzata a Mediaset su costi e ricavi di un prodotto televisivo, si occupa di sport per Rete8. Responsabile comunicazione sui campi per i giochi del mediterraneo del 2009, inviato per Sky Sport alla Tirreno – Adriatico e al Giro d’Italia 2015, Telecronista di Londra 2012 per il basket e di Baku 2015 per la MTB. Ha giocato a pallavolo in serie A, pratica ciclismo nel quale ha vinto due titoli italiani ed un mondiale UCI riservato ai giornalisti. Cerca di raccontare gli eventi aggiungendo alla cronaca le emozioni che lo sport praticato sa regalargli.

Sii il primo a commentare su "Serie D Chieti – Pomponi urla, i nuovi si presentano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*