L’Aquila calcio: analisi e riflessioni

L’Aquila calcio – Sono giornate intense per il direttore sportivo rossoblù Alessandro Battisti. L’obiettivo è rendere competitiva la squadra. Non è facile per almeno tre motivi.

Anzitutto l’analisi della rosa ad oggi. Manca molto soprattutto nel reparto arretrato, qualcosina a centrocampo mentre l’attacco è di primo livello. Difensori: Bigoni è vicinissimo alla firma, Sanni e Anderson stanno impressionando positivamente anche se per emergere a questi livelli devono migliorare molto. Battisti ha la necessità di firmare tre giocatori importanti: almeno due centrali e un terzino sinistro. A centrocampo la rosa è competitiva. Con le eventuali ma non facili partenze di Trarico e Manuel Mancini arriverebbe una mezzala di spessore mentre in attacco Perrone è soddisfatto dell’organico. Ceccarelli, Sandomenico e De Sousa hanno molto mercato e bisognerà attendere ma la volonta è quella di trattenerli. In caso affermativo il reparto è ok con Andrea Mancini e Perna a supporto. Urgono dunque i difensori. Ecco i tre motivi per cui non è facile muoversi. Anzitutto il budget. Con i contratti già firmati e quelli dello scorso anno si è già andati oltre il tetto imposto dalla società rossoblù. Con la nuova politica non si può sforare. Prima vendere ( ma chi? ndr) e poi tesserare nuovi giocatori. Secondo motivo è che l’Aquila non è stata considerata prima scelta dalle società di A e B ( Pescara escluso) per mandare a giocare i giovani importanti e terzo motivo perchè qualora si volessero proporre contratti pluriennali i calciatori ad oggi farebbero fatica ad accettare: se dovesse infatti arrivare una penalizzazione importante c’è il rischio concreto che nessuno sposerebbe la causa per ovvi motivi. Mancano dunque almeno tre difensori ed un centrocampista. Ma oggi non è facile ( è difficilissimo) muoversi sul mercato per i motivi appena detti. Presentata intanto oggi la campagna abbonamenti. Jemo ‘Nnanzi è lo slogan, prezzi contenuti ( la curva a 99 euro) mentre il settore distinti sarà inserito solo quando la squadra si trasferirà allo stadio di Acquasanta.

 

Sii il primo a commentare su "L’Aquila calcio: analisi e riflessioni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*