Giro d’Italia 2018 – La tre giorni abruzzese

Giro d’Italia 2018 – Domani la presentazione ufficiale della corsa rosa. L’Abruzzo ci sarà con due tappe e tre giorni di permanenza della carovana. I dettagli

Segnatevi queste tre date. 13, 14 e 15 maggio 2018. Il giro d’Italia tornerà in Abruzzo con tre giorni da vivere intensamente. Si inizia con l’arrivo di Campo Imperatore. La frazione partirà da Pesco Sannita e arriverà sul Gran Sasso. Il versante della scalata sarà quello da Santo Stefano di Sessanio, il tratto più duro è il finale con la strada che porta alla base della seggiovia dritta e con pendenze per 2 km tra il 10 e il 14% e poi le curve finali con altri 3 km tutti intorno all’ 8-10%. Su quei chilometri nel 1999 Marco Pantani  (la salita è stata intitolata al Pirata) stacco Ivan Gotti e andò a conquistare la tappa. Era il giro caratterizzato poi a Madonna Di Campiglio dall’esclusione del vincitore del giro e del tour del 98. Il 14 maggio ci sarà il giorno di riposo e si sta lavorando affinché tecnici e corridori possno portare la loro solidarietà al popolo abruzzese andando a Rigopiano e portando il loro messaggio. Il 15 il giro ripartirà da Penne, transiterà per Farindola, Rigopiano e il Vado di Sole destinazione Umbria con arrivo previsto nella zona di Gualdo Tadino. La salita che porterà i corridori da Farindola al Vado Di Sole è lunga e impegnativa e sarà il trampolino di lancio per chi vuole tentare la fuga da lontano. Domani la presentazione ufficiale alle 17 a Milano.

DI SEGUITO IL VIDEO DELLA RICOGNIZIONE DELLA SALITA DI RIGOPIANO

1 Commento su "Giro d’Italia 2018 – La tre giorni abruzzese"

  1. Di Marzio Tommaso | 26/04/2018 di 15:17 | Rispondi

    la tappa Penne-Gualdo Tadino non va a Vado sole ma passa a FONTE DELLA CRETA per poi andare verso Castelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*