Inchiesta Savona-Teramo: la sentenza

Inchiesta Savona-Teramo: la sentenza.

Inchiesta Savona Teramo il collegio con a capo Sergio Artico ha deliberato: Teramo in D senza penalizzazioni. Parzialmente accolta la richiesta della procura.

E’ questo il risultato della sentenza di primo grado. Al posto del Teramo in serie B salirebbe l’Ascoli. Tempi ristretti per gli appelli: due giorni. Poi sarà la Corte Federale d’Appello a decidere entro fine mese.

savona-teramo-sentenza

Il tribunale, dunque, ha confermato la responsabilità diretta del presidente Luciano Campitelli, sposando la tesi dell’accusa sulla combine Savona-Teramo, finita con la vittoria per 2-0 dei biancorossi che decretò la promozione in serie B. Inoltre, il tribunale ha deciso la penalizzazione di 1 punto per L’Aquila calcio. Per quel che riguarda il Catania, il tribunale ha deliberato una sentenza peggiorativa infliggendo la retrocessione in Lega Pro ma con -12 punti di penalizzazione invece dei 5 chiesti dall’accusa. Al Catania è stata inoltre comminata un’ammenda di 150mila euro. Cinque anni di inibizione e multa di 300mila euro a Pulvirenti. Disposti anche 4 anni di inibizione e un’ammenda di 50mila euro per l’ex ad etneo Pablo Gustavo Cosentino e 5 anni di inibizione più preclusione e ammenda di 150mila euro per Piero Di Luzio.

Qui la diretta dell’Appello Savona Teramo.

 

L'autore

Paolo Durante
Ha conseguito la Maturità Scientifica, si è iscritto nel 1990 nell’elenco Pubblicisti dell’ODG Abruzzo ed è Professionista dal 2007. Tra le esperienze più significative quella di collaboratore sportivo del quotidiano “Il Centro” per 10 anni. Per Rete8 si è occupato di cronaca, politica, economia, attualità ed attualmente di sport. E’ appassionato di lettura e fotografia.

Sii il primo a commentare su "Inchiesta Savona-Teramo: la sentenza"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*