Basketmercato Proger – Due sogni quasi impossibili

canestrobasket

Basketmercato Proger – Dopo la netta e convincente vittoria di Matera, facciamo il punto sul mercato. Due nomi piacciono tanto ma sono sogni impossibili o quasi.

In attesa del match di domenica con la Fortitudo di Matteo Boniciolli facciamo il punto sul mercato della Proger Chieti. I trasferimenti si apriranno il prossimo 18 gennaio, al momento situazioni concrete non ci sono. Di sicuro l’ottima prova di Piccoli ( ristabilitosi dopo il problema fisico che lo ha limitato per oltre un mese) ha ridisegnato le strategie. Serve una guardia da quintetto e poi il roster è competitivo. Esclusi interventi sottocanestro con Armwood, Sergio, Allegretti e Vedovato il settore lunghi è competitivo e piace tanto la soluzione Allegretti in uscita dalla panchina abbinata ad una crescita esponenziale di Armwood finito anche nel mirino di squadre di A1 ( Pesaro). Le caratteristiche della guardia devono essere quelle di un giocatore bravo ad attaccare il ferro e in grado di dare respiro come play a Monaldi. I nomi ( proibiti o quasi) sono quelli di Marco Mordente ( piace a Legnano dopo il ko di Frassineti9 e Anthony Dobbins italo americano in cima alla lista dei desiderata. Entrambi giocano a Reggio Calabria ed hanno costi molto alti. Al momento sono sogni proibiti, o quasi….!

L'autore

Enrico Giancarli
Laureato in Economia e Commercio con tesi realizzata a Mediaset su costi e ricavi di un prodotto televisivo, si occupa di sport per Rete8. Responsabile comunicazione sui campi per i giochi del mediterraneo del 2009, inviato per Sky Sport alla Tirreno – Adriatico e al Giro d’Italia 2015, Telecronista di Londra 2012 per il basket e di Baku 2015 per la MTB. Ha giocato a pallavolo in serie A, pratica ciclismo nel quale ha vinto due titoli italiani ed un mondiale UCI riservato ai giornalisti. Cerca di raccontare gli eventi aggiungendo alla cronaca le emozioni che lo sport praticato sa regalargli.

Sii il primo a commentare su "Basketmercato Proger – Due sogni quasi impossibili"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*