Basket final four – Urlo Pescara: è serie A2

Basket final four – Pescara batte San Severo e vola in A2. Scritta la storia a Montecatini. Leonzio: è nata una stella. Rajola e Di Fabio: chapeau e ora insieme per continuare a sognare.

L’Amatori Pescara batte San Severo 77-71  e vola in serie A2. Una stagione clamorosa, un premio meritatissimo per la lunga gestione Di Fabio. Al presidente i complimenti per aver centrato questo storico obiettivo. Con lui il vice Luca D’Onofrio e una società che ha portato a termine con professionalità e orgoglio un percorso non facile. Stefano Rajola da 10, Leonzio 30 ( punti) e lode per una nuova stella del basket che brilla. Adesso la città aiuti questa società per fare una bella figura in A. Carlo Di Fabio lo merita perché dietro alcuni atteggiamenti all’apparenza burberi c’è un cuore grande così.

LA PARTITA

Rajola parte con Carpanzano , Leonzio, Potì, Micevic e Capitanelli. Salvemini risponde con il classico starting five: Stanic, Ruggero, Scarponi, Rezzano e Antonelli. Il primo canestro è di Ruggero che da tre punti trova il fondo della retina. L’Amatori non approccia bene ma trova comunque due tiri aperti di Micevic e uno di Serafini ( entrato al posto dell’ex Milano) che non trovano il canestro. San Severo è in fiducia, Ruggero dopo 6’ con un gioco da tre punti porta San Severo sul +10 ( 13-3) e Rajola chiama time out. Pescara passa a zona e cambia marcia: Serafini difende e trova il primo canestro da campo, Potì lo segue e firma cinque punti consecutivi riportando l’Amatori a -4 ma Salvemini trova dalla panchina super Di Donato che firma il 18-12 che chiude il primo quarto. Pescara riprende da dove aveva lasciato: la difesa a zona di Rajola che ha complicato i piani di San Severo. Pedrazzani e Leonzio portano Pescara a – 4 (20 – 16) prima di una lunga parentesi senza canestri da una parte e dall’altra. L’equilibrio lo rompe San Severo con le triple di Scarponi e Stanic ma Pescara risponde con Micevic e Gay. Antonelli e Sodero nel finale segnano e trovano il nuovo + 5 ma Leonzio sul suono della sirena trova la sua magia da tre punti. Si va all’intervallo lungo con San Severo avanti 32-30. Rezzano e Poti partono a 1000, ma è l’ennesima magia di Leonzio a firmare la parità a quota 40. Leonzio prende anche il quarto fallo di Antonelli, Carpanzano e e Capitanelli portano Pescara sul + 4 ( 44-40), Stanic riaccende l’entusiasmo di San Severo con quattro punti di fila per la nuova parità ma poi commento antisportivo. Leonzio concretizza dalla lunetta, Capitanelli è Gay costringono Salvemini al time out sul massimo vantaggio Amatori a 3’ 09” dall’ultimo mini intervallo ( 50-45). San Severo esce benissimo dal time out e con Sodero trova il sorpasso ( 53-52). L’ultimo quarto inizia con San Severo che spinge e che trova il + 6 con la tripla di Scarponi. La stella di Ennio Leonzio brilla a più non posso : one man show con triple, liberi e rimbalzi. Nuova parità ( 65-65 a 3’ dalla fine) e poi sorpasso con un gioco da tre punti che costringe Salvemini al nuovo time out a 1’ 28” dalla sirena. Ma questa volta non ce ne è per nessuno. Pescara vince 77-71 e vola  in serie A2. Applausi a più non posso per tutta l’Amatori.

QUI LE STATISTICHE DEL MATCH

NEI VIDEO : Leonzio e Rajola intervistati dopo la vittoria

Sii il primo a commentare su "Basket final four – Urlo Pescara: è serie A2"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*