Calcio scommesse: Palazzi presenta il “conto”

Si arricchisce di nuovi elementi l’inchiesta sul Calcio scommesse delle procura di Catanzaro. Secondo alcune indiscrezioni il Procuratore Federale, Stefano Palazzi, avrebbe messo sotto la lente d’ingrandimento 4 nuovi incontri di calcio.

Si arricchisce dunque di nuovi elementi, e probabilmente di clamorosi colpi di scena, l’inchiesta sul Calcio scommesse. Il Procuratore Stefano Palazzi, mette sotto la lente d’ingrandimento altre gare “viziate” e presenta il conto alle società coinvolte.
Le gare sospettate di irregolarità sarebbero:
Pistoiese – L’Aquila, Salernitana – Barletta, Vigor Lamezia – Casretana ed infine Martina – Paganese. Sempre secondo alcune indiscrezioni si aggraverebbe la posizione dell’Aquila Calcio. La Società Rossoblù sarebbe chiamata a rispondere di 22 capi di accusa, di cui 20 per responsabilità oggettiva e 2 per responsabilità presunta. Gli episodi farebbero riferimento al primo filone d’indagine. Intanto secondo quanto riportato sul quotidiano sportivo La Gazzetta dello Sport fa, viene fatto il  punto dopo la chiusura della nuova indagine sul calcio scommesse. Cifre impietose. Più di 40 partite sotto inchiesta, 36 società coinvolte a vario titolo (8 per responsabilità diretta, quindi a rischio retrocessione), oltre 100 deferimenti in arrivo per illecito sportivo, associazione finalizzata all’ illecito e divieto di scommesse: i numeri impressionanti della valanga che si sta per abbattere su club e tesserati tirati in ballo dalle indagini di Catanzaro (filoni 1 e 2) e Catania. A tutti la Procura federale ha inviato la notifica della chiusura delle indagini, preludio ai deferimenti (tanti) o alle archiviazioni (poche) della prossima settimana: dopo la decurtazione dei tempi per le difese disposta da Tavecchio, gli indagati avranno a disposizione solo tre giorni (sabato, lunedì e martedì) per farsi ascoltare da Stefano Palazzi e dai suoi collaboratori, o per inviargli una memoria difensiva. Dopodiché, più o meno a metà della prossima settimana, la Procura emetterà i suoi provvedimenti. Se la tabella di marcia sarà rispettata, il processo di primo grado (Tribunale federale) si consumerà entro Ferragosto, il secondo grado (Corte d’appello) prima di settembre.

CATANZARO 1 E 2 – Tutto è iniziato da qui, il primo filone è arrivato con una mole di carte e di partite infinite: Palazzi e i suoi hanno indagato su 31 gare e alla fine le società coinvolte solo in questa indagine sono 32. Alcune con contestazioni gravissime: a Vigor Lamezia, Torres, Barletta (nel frattempo sparito dai radar), Catanzaro e Brindisi la Procura addebita la responsabilità diretta (oltre ad una manciata di oggettive e presunte), punibile con la retrocessione. Nel caso della Vigor Lamezia le responsabilità dirette sono addirittura due. L’Aquila ha il curioso primato di contestazioni: 22, ben 20 per responsabilità oggettiva (le altre per presunta). L’altro filone calabrese è più snello ma non meno eclatante: Palazzi contesta non solo al Teramo, come si prevedeva, ma anche al Savona la responsabilità diretta. E nell’inchiesta compaiono, nuovamente, L’Aquila e Barletta.

FILONE CATANIA – L’atto di chiusura delle indagini riguarda l’ex presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, l’ex a.d. PabloCosentino, l’ex d.s. Daniele Delli Carri, il procuratore Fernando Arbotti, il dirigente Piero Di Luzio e Gianluca Impellizzeri, colui che secondo l’accusa finanziava l’acquisto dei giocatori corrotti, recuperando il denaro delle scommesse sicure. Le partite per cui viene chiesta la responsabilità diretta a carico del Catania sono quelle contro Avellino, Varese, Trapani, Latina, Ternana e Livorno. Nell’atto non compare nessuno dei tanti giocatori di queste sei squadre indagati a Catania, ma si precisa che le combine sono avvenute con il concorso di persone non identificate o per le quali sono ancora in corso accertamenti penali, quindi altri tesserati potrebbero finire nel calderone. Non citata neppure Brescia-Catania, per la quale si ipotizzava un tentativo di combine. Se venisse esclusa dai deferimenti questa gara, il Brescia potrebbe tirare un bel sospiro di sollievo e sperare nel ripescaggio in B. Neppure alle sei squadre che hanno affrontato il Catania viene per ora contestata la responsabilità oggettiva, bisognerà attendere i deferimenti per capire se cambierà qualcosa. Per Messina-Ischia è accusato di slealtà sportiva e di omessa denuncia soltanto Impellizzeri.

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Calcio scommesse: Palazzi presenta il “conto”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*