Uefa Futsal Cup: il Pescara travolge i maltesi del Luxol

Uefa Futsal Cup: strepitosa prestazione del Pescara contro i Maltesi. I ragazzi di Colini al termine di una brillante gara superano i maltesi del Luxol Andrews Futsal 9-0.

La gara si è disputata in quella che sembra più una palestra scolastica piuttosto che un vero palazzetto. Le dimensioni della larghezza del campo, ridottissime, e la superficie  gommata hanno pregiudicato gioco e spettacolo. Uno scenario decisamente poco consono all’importanza dell’evento ma tant’è, lunga è la strada da percorrere per competere con avversarie di maggior rango e bisogna fare di necessità virtù.

Occorrono solo 26” ai biancazzurri per sbloccare una gara dall’esito apparso subito scontato.  Colini manda in campo Capuozzo, Caputo, Calderolli, Nicolodi e Canal ed è proprio quest’ultimo ad andare in rete. Il numero dieci del Pescara si accentra partendo dalla banda sinistra e fa esplodere un destro radente che non lascia scampo al portiere maltese Grech. Partita subito in discesa con i canarini del Luxol che oppongono una resistenza strenua fino alla commozione, riuscendo soprattutto grazia alla vena del proprio portiere a resistere per altri sette minuti. Rogerio assistito due volte da uno scatenato Salas in 10”, a cavallo tra il 7’35” e il 7’45”, perfora per altre due volte il muro maltese che si sbriciola di colpo. Il Pescara ci dà dentro , accelera i ritmi e assesta brutalmente altri tre fendenti. Grello marca la sua prima rete in maglia biancazzurra, tiro, ribattuta e altro tiro che in diagonale s’infila alla destra di Grech. Poi ancora Grello sugli scudi con un’azione sulla fascia destra che chiude con un assist per Canal, che realizzerebbe il più facile dei gol se non fosse per Despotevic che con una disperata estirada mette la palla dentro la sua porta. Infine è Caputo al minuto 14 che in acrobazia devia in rete la palla del 6-0. il Pescara a questo punto tira la leva del freno a mano, abbassando i ritmi di gioco e traccheggiando fino al suono della sirena.

La ripresa si apre con l’espulsione di Despotevic, decisamente in cattiva e sfortunata serata, che in aggiunta causa un penalty abilmente realizzato da Cuzzolino, anche lui alla prima marcatura tra le fila del Pescara. La gara assume ancor più i ritmi di un allenamento. I biancazzurri non sprecano energie e fanno bene, risparmiandosi per le altre due gare da giocare nei prossimi tre giorni. Il tiro a bersaglio comunque continua, permettendo a Canal e Rogerio nel finale di rendere ancor più rotondo il vantaggio. Appuntamento a domani contro i danesi del Gentofte, che si presentano come più ostici degli avversari odierni. Si vedrà!

 

 

PESCARA – LUXOL (6-0) 9-0

 

PESCARA: Capuozzo, Caputo, Canal, Calderolli, Nicolodi, Ercolessi, Leggiero, Rescia, Lara, Salas, Rogerio, Grello, Cuzzolino, Garcia Pereira. All. Colini

 

LUXOL ST ANDREWS: Grech, Despotovic, Zammit, Bonello, Vukovic, Scicluna, Augusto, Celino Alves, Barbosa, M. Attard, Saliba, Azzopardi, Anton, A. Attard. All. Despotovic

 

MARCATORI: 0’26” p.t. Canal (P), 7’35” e 7’45” Rogerio (P), 8’38” Grello (P), 9’27” aut. Despotovic (L), 13’04” Caputo (P), 0’14” s.t. rig. Cuzzolino (P), 13’03” Canal (P), 18’42” Rogerio (P)

 

AMMONITI:

 

ARBITRI: Andrej Topić (Croazia), David Schaerli (Svizzera). CRONO: Zoran Sofrenic (Bosnia)

 

AMMONITI:

 

ESPULSI: Despotovic (L) al 0’13” s.t.

 

ARBITRI:  Andrej Topić (Croazia), David Schaerli (Svizzera). CRONO: Zoran Sofrenic (Bosnia)

 

L'autore

Fabio Lussoso
Giornalista dal 1985, ha seguito corsi di tecniche di comunicazione. A 20 anni dirige il quotidiano radiofonico 7Giorni 7. Dal 1986 ha iniziato a collaborare con il quotidiano Il Centro e con altri quotidiani. Successivamente, l’attività giornalistica televisiva per varie Tv regionali. A Rete8 si è occupato di Cronaca e Politica. Per due anni ha diretto la redazione di Rete8 Sport. Dopo aver dato il suo impulso è tornato ad occuparsi di cronaca. Amante di lettura, viaggi e sport.

Sii il primo a commentare su "Uefa Futsal Cup: il Pescara travolge i maltesi del Luxol"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*