Teramo Gubbio, beffa atroce

Teramo Gubbio, beffa atroce. Due minuti di follia costano il primo stop interno ai biancorossi. Domenica Teramo in casa della vice capolista Renate.

Si interrompe al Bonolis contro il Gubbio la striscia positiva del Teramo. La squadra di Asta dopo 8 turni (di cui 7 segni X) cede l’intera posta alla squadra umbra allenata da Dino Pagliari, conosciuto al calcio abruzzese per avere guidato Chieti e Lanciano. Va detto che lo stop è del tutto immeritato. Il Diavolo ha tenuto palla e ha schiacciato nella propria metà campo il Gubbio per l’intera partita. Due minuti di follia nella parte finale del primo tempo, hanno consentito alla squadra ospite di piazzare l’uno-due micidiale dopo che il Diavolo era passato in vantaggio su calcio di rigore. Nella ripresa tanta corsa e cuore non sono bastati al Teramo per acciuffare il pareggio. Domenica prossima trasferta in casa della vice capolista Renate (partita con inizio alle 14.30).

Clicca per la web cronaca. 

L'autore

Paolo Durante
Ha conseguito la Maturità Scientifica, si è iscritto nel 1990 nell’elenco Pubblicisti dell’ODG Abruzzo ed è Professionista dal 2007. Tra le esperienze più significative quella di collaboratore sportivo del quotidiano “Il Centro” per 10 anni. Per Rete8 si è occupato di cronaca, politica, economia, attualità ed attualmente di sport. E’ appassionato di lettura e fotografia.

Sii il primo a commentare su "Teramo Gubbio, beffa atroce"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*