Calcioscommesse: deferiti 29 club e 52 tesserati

Calcioscommesse. Deferiti al Tribunale Federale Nazionale- Sezione Disciplinare, 29 club, tra cui l’Aquila, e 52 tesserati. Si tratta di 27 partite.

Gare ritenute dal pm federale Stefano Palazzi oggetto di combine, di cui due di serie B: Livorno- Brescia del 24 gennaio 2015 e Catania- Crotone del 16 febbraio 2015. Per quanto riguarda la prima presunta combine, le accuse sono tutte rivolte all’ex d.s. dell’Aquila Ercole Di Nicola “perchè- si legge nel deferimento- venuto a conoscenza dell’alterazione del risultato della gara non provvedeva a denunciare l’illecito alla Procura Federale della Figc” e ” per aver ceduto, dietro compenso in denaro, l’informazione dell’alterazione del risultato della gara a un gruppo di stranieri agevolandone, così, le scommesse”. Deferito il club dell’Aquila per responsabilità oggettiva e la società Livorno per responsabilità presunta”per l’illecito sportivo commesso a proprio vantaggio da persone ad essa estranee”. Lo stesso Di Nicola risulta coinvolto nella presunta combine Catania- Crotone per “la violazione dei principi di lealtà, correttezza e probità “per aver posto in essere attività al fine di ricercare finanziatori, poi non reperiti stante l’impossibilità di offrire loro garanzie, al fine di alterare il risultato”. Anche in questo caso l’Aquila è stata deferita per responsabilità oggettiva

Sii il primo a commentare su "Calcioscommesse: deferiti 29 club e 52 tesserati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*