Alba Adriatica: i lavoratori dello SPRAR sono senza stipendio da 3 mesi

Manifestazione di protesta a Teramo della Cgil e dei lavoratori del Gruppo Umana Solidarietà di Alba Adriatica, impegnati nell’aiuto ai richiedenti asilo, per chiedere il pagamento degli stipendi arretrati.

La GUS è un’ associazione che gestisce uno dei progetti del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) nel Teramano e i dipendenti , da tre mesi, non percepiscono retribuzione. Per questo motivo hanno deciso di manifestare a Teramo in occasione dell’incontro in Prefettura convocato per analizzare le condizioni e la possibilità di proseguire i servizi gestiti dal GUS che interessano ad oggi 270 persone tra richiedenti asilo e rifugiati. Prima c’è stato un corteo lungo corso San Giorgio e poi il successivo incontro con il prefetto Graziella Patrizi.

Pancrazio Cordone segretario della FP Cgil Teramo afferma che “Il Gus è una Onlus che gestisce il centro di accoglienza straordinaria per i migranti. I dipendenti sono senza stipendio da 3 mesi, da luglio scorso in pratica. Per questo motivo dei 35 dipendenti iniziali ne sono rimasti solo una ventina a causa della situazione di incertezza. Un servizio, quello per gli extracomunitari, che ad oggi non si riesce più a garantire. Per questo chiediamo di garantire il servizio sociale e il recupero degli stipendi”.

IL SERVIZIO DEL TG8:

 

Sii il primo a commentare su "Alba Adriatica: i lavoratori dello SPRAR sono senza stipendio da 3 mesi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*