Il grande jazz al Rossetti di Vasto

Il grande jazz al Rossetti di VastoIl grande jazz al Rossetti di Vasto

Il grande jazz al Rossetti di Vasto. Kenny Werner e Joyce Moreno in concerto proponendo una fusione tra la cultura del jazz e quella brasiliana.

Il grande jazz al Rossetti di Vasto. Due grandi protagonisti della musica internazionale Joyce Moreno, definita dal Down Beat come “un tesoro brasiliano” ed una delle migliori cantanti di tutti i tempi, e  Kenny Werner, uno dei pianisti più colti e passionali d’America. saranno al teatro Rossetti, domenica 7 febbraio alle 17.30. Joyce è stata una delle prime cantanti  a rivalutare l’immagine femminile nella musica brasiliana. Molti suoi album hanno ricevuto nomination per il Grammy Awards e sono stati realizzati con la maggior parte degli artisti più significativi  e conosciuti del mondo brasiliano. Kenny Werner è stato definito dal New York Times “un pianista dalla tecnica eccezionale e dal forte temperamento rivolto a uno spiritualismo indagatore”. L’artista ha collaborato per diversi anni con Joe Lovano di cui è stato sideman per molto tempo. Acclamato per le sue composizioni e arrangiamenti per orchestra jazz, Werner ha ricevuto molti riconoscimenti tra i quali c’è il prestigioso premio Guggenheim. La partnership tra Joyce e Kenny Werner si è consolidata nel corso degli anni, passando dall’intesa prettamente musicale a un’amicizia vera. I due artisti propongono i testi delle più belle canzoni brasiliane oltre a splendide ballate italiane, inglesi, scozzesi e americane, significative per entrambi e quindi sentite col cuore, in una poesia che trascende senza confini.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Il grande jazz al Rossetti di Vasto"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*