Un’interrogazione a cinque stelle sui dipinti ‘dimenticati’ a Pescara

Paglione-Alfredo

Anche un’interrogazione a cinque stelle sui dipinti ‘dimenticati’ a Pescara: dopo il clamore e le polemiche chiesta la verità sulle tele donate da Paglione.

 

Opere d’arte di pregio per un valore di oltre 1 milione e 300 mila euro donate dal mecenate Alfredo Paglione al Comune di Pescara con la ‘promessa’ che sarebbe state esposte e, invece, lasciate state parcheggiate in un magazzino di Palazzo di Città. Sulla vicenda vuole vederci chiaro il M5S i cui consiglieri comunali hanno, infatti, chiesto una apposita commissione di controllo e garanzia. Opere mai uscite dallo scantinato dove erano state depositate e che ora Paglione e la moglie Teresita pretendono di riavere indietro: un palese gravissimo danno di immagine senza tener conto del risvolto economico dell’imbarazzante vicenda. I pentastellati vogliono sapere chi ha dimenticato quelle opere, in che misura gli assessori Marchegiani e Di Iacovo sono responsabili dell’accaduto e soprattutto se il sindaco Alessandrini intenda avviare azioni disciplinari che puniscano i colpevoli.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Un’interrogazione a cinque stelle sui dipinti ‘dimenticati’ a Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*