Pescara: Gran caldo, un tormento per i dializzati

A Pescara il gran caldo é un tormento per i dializzati. Disagi a non finire all’ospedale civile Santo Spirito e non é solo limitato a questa estate.

E’ infatti un problema annoso quello dei dializzati all’ospedale civile di Pescara costretti a lunghe sedute in condizioni climatiche al limite della sopportazione. A nulla servono i condizionatori spesse volte rotti o se funzionanti comunque non abbastanza efficaci. Specie con il gran caldo di questi giorni i pazienti devono stare distesi ed immobili su un lettino anche per 4 ore di seguito. A Lanciare l’allarme l’Associazione Nazionale Emodializzati

“Immaginate che qui le sedute durano anche 4 ore e mezza – ci racconta Gianlucio Diana Delegato Aned – e la temperatura già calda di sua lo é ancora di più per via dei macchinari accesi. Anche il personale medico e paramedico patisce il nostro disagio, gli operatori sanitari chiamano più volte al giorno, ma qui non viene mai nessuno a risolvere il problema. Per protesta – prosegue Diana – abbiamo deciso, come volontari Aned, di non prestare più servizio per sensibilizzare anche di dovere.”

Una situazione che dura, ormai da anni, e che non sembra giungere ad una soluzione definitiva, tenendo conto che in inverno il disagio é opposto.

“Puntualmente d’inverno i più fortunati si ammalano di bronchite – ci racconta ancora Diana – gli anziani si ammalano di patologie anche più serie come la Broncopolmonite, perchè se in estate in sala si sfiorano i 40 gradi, d’inverno stiamo sotto zero.”

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Pescara: Gran caldo, un tormento per i dializzati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*